Multe eccessive a Lecco, la "colpa" è di via Balicco. Pasquini (Ncd): «Sarebbe bastato ascoltare le opposizioni»

Il Consigliere di centrodestra punta il dito contro l'Assessore Volonté e chiede un "mea culpa"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Inutile sperare sul ddl concorrenza, le buste verdi con annessa multa e relativo importo da pagare arriveranno anche se Renzi ne liberalizzerà la consegna. Cari cittadini, avete versato 75 euro in più di tasse al Comune  e non sperate  in un utilizzo sensato degli incassi delle multe: la gestione della viabilità, la manutenzione delle strade e la manutenzione dell’arredo urbano sono sotto gli occhi di tutti. Consoliamoci, il salasso è in linea con il 2013: mentre in tutta Italia le multe diminuiscono, noi invece "teniamo".

La classifica impietosa del Sole 24 ore non ci dice nulla di nuovo: da tempo segnaliamo in Consiglio comunale l’altissimo numero di multe erogate  nel nostro capoluogo. 75 euro per ogni patentato lecchese  sono finiti nelle tasche dell’amministrazione comunale, e purtroppo  ci contendiamo questo triste primato con località  più blasonate del calibro di Roma e Milano.

Davanti agli impietosi dati, finalmente anche l’assessore Volontè si è accorto che qualcosa non funziona  ed ammette che il trend delle multe a Lecco non è "strutturale" (e ci mancherebbe, verrebbe voglia di dire), ma legato a una situazione precisa, ovvero via Balicco. Forse sarebbe bastato ascoltare i consiglieri comunali, ma si è preferito, con testardaggine poco illuminata, difendere le ragioni di un provvedimento poco informato e per nulla comunicato. Ora che anche l’autorevole house organ di via dell’astronomia ci bacchetta, invitiamo l’assessore a un umile mea culpa: scusateci, abbiamo sbagliato, cercheremo di utilizzare al meglio i soldi che vi abbiamo preso dalle tasche.

Antonio Pasquini
Consigliere comunale, Nuovo centrodestra

Torna su
LeccoToday è in caricamento