menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Paolo Arrigoni

Paolo Arrigoni

Nomina Nava, Arrigoni (LN): “Se per Crimella è una maggior spesa la colpa è del D. Delrio, quindi del PD e di Renzi!”

La recente nomina di Daniele Nava a Sottosegretario in regione Lombardia ha scatenato qualche frecciatina da parte del segretario provinciale del P.D. Fausto Crimella.

Ecco quindi arrivare prontamente la risposta del Senatore Paolo Arrigoni della Lega Nord che a Crimella risponde così:

"Anche qualora la nomina di Daniele Nava a sottosegretario della Giunta Maroni fosse una maggiore spesa di denaro pubblico, la colpa non sarebbe certo del Presidente di Regione Lombardia. Maroni, infatti, ha dovuto provvedere adeguatamente (cioè nominando un sottosegretario) alle incombenze che impone il decreto Delrio in termini di riordino degli enti locali. La colpa dell’eventuale spreco (tutto da dimostrare) quindi è – nell’ordine – del decreto Delrio, del PD e di Renzi”.


"Crimella fa il demagogo e il populista. Ma ci crede davvero o – s’interroga Arrigoni - da appartenente a diversa corrente nel suo partito, vuole entrare nelle grazie di Renzi che in fatto di populismo non ha da imparare da nessuno?”.

Nel criticare il presidente Maroni per la nomina di Nava a sottosegretario con delega agli enti locali “Crimella dimostra di non conoscere la realtà e, soprattutto, di sottovalutare le conseguenze disastrose che il Delrio - approvato forzatamente quale spot elettorale per annunciare al mondo la soppressione delle province (cosa assolutamente non vera) - avrà sugli enti locali e, in particolare, sulle Province”, prosegue il senatore del Carroccio.

Nava avrà parecchio da fare tra città metropolitane, funzioni tolte alle province da ricollocare ai Comuni o alla Regione (con problemi di costi e di riorganizzazione del personale) e, per quel che riguarda Milano, l'assurdo di gestire l'ingresso temporaneo della Regione nel controllo di ben 15 società fino ad ora partecipate dalla Provincia di Milano, per poi uscirne dal 1° gennaio 2015 per il subentro della città metropolitana.

“Per mettere le pezze a un provvedimento scellerato non basta dunque un funzionario ma serve un politico dedicato e con esperienza come quella che Nava ha maturato sul campo – conclude Arrigoni – Maroni, dunque, ha fatto bene a nominarlo e ad affidargli quella delega così delicata e fondamentale”.

Per i maggiori costi, che Crimella si rivolga al suo premier… si sta infatti verificando ciò che anche la Corte dei Conti aveva ampiamente ipotizzato: il Delrio non garantisce risparmi ma, forse più probabilmente, assicura un aumento dei costi (senza tener conto dei probabili disservizi per i cittadini e per le imprese).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento