Unioni civili, per il Pd lecchese una vittoria amara

"Ci auspichiamo che s'incominci al più presto a lavorare ad una legge dedicata alle adozioni"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Finalmente anche l'Italia si è dotata di una legge sulle Unioni Civili. Dopo vent'anni di attesa si è colmata una grave lacuna nel campo dei diritti civili, restituendo dignità alle coppie omosessuali le quali potranno, così, beneficiare dei diritti alla reversibilità della pensione del partner, al mantenimento, all'eredità e alla cura.

Si tratta, pur sempre, di una vittoria amara: come abbiamo già espresso in precedenza, riteniamo le tutele espresse nel ddl Cirinnà già frutto di un compromesso e, in particolare, riteniamo doveroso tutelare i minori attraverso l'istituzione della stepchild adoption.

Per questo, ci auspichiamo che s'incominci al più presto a lavorare ad una legge dedicata alle adozioni: nonostante alcune rinunce, riteniamo infatti positiva l'introduzione del riferimento all'articolo 3 della nostra Costituzione, il primo passo di un percorso irreversibile che ci porterà all'uguaglianza formale e sostanziale anche in Italia.

Martina Spreafico e Fausto Crimella - PD Lecco

Torna su
LeccoToday è in caricamento