menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accoglienza, Arrigoni (Ln) contro il piano provinciale: "È uno schiaffo ai nostri poveri"

Il senatore calolziese si scaglia contro il nuovo sistema approvato dai Sindaci

«Solo i sindaci della Lega Nord hanno votano contro il piano di accoglienza diffuso per i sedicenti profughi»: lo sottolinea il senatore calolziese Paolo Arrigoni, che ribadisce le accuse del Carroccio al piano di gestione dell'accoglienza approvato dai Sindaci lecchesi nella serata di ieri 2 dicembre.

«I primi cittadini di Pd e Ncd come soldatini si sono piegati alla coppia Renzi-Alfano e hanno avallato la gestione scellerata della immigrazione che quest'anno è costata agli italiani 3,3 miliardi, destinati a salire a 4 nel 2016. Il territorio lecchese con questa scelta irresponsabile è pronto quindi ad accogliere fino a 1200 immigrati, la maggior parte clandestini, a rischio di alimentare la "culla della Jihad"» sostiene Arrigoni in un commento affidato alla sua pagina social. 

Il piano prevede la ripartizione dei richiedenti asilo in alcuni centri che poi li "smisteranno" su tutti i comuni che hanno aderito al piano, in piccoli nucle che avranno lo scopo di favorire l'integrazione. «Godranno di vitto, alloggio e tessera telefonica per un costo annuale di oltre 15 milioni all'anno - accusa il senatore - Questa intesa è uno schiaffo ai nostri poveri, agli sfrattati, ai pensionati e alla famiglie che vivono in condizioni disagiate».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento