menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Più sicurezza": FDI-AN, Lega e Forza Italia in piazza per "fischiare" Brivio

Le forze del centrodestra si sono unite per una manifestazione di protesta contro l'attuale amministrazione lecchese

Nella mattinata di oggi, sabato 23 gennaio, Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale Lecco ha promosso, insieme alle altre forze di centrodestra Lega Nord e Forza Italia, un flash mob che ha voluto risvegliare la finora addormentata attenzione dell’amministrazione comunale del capoluogo in materia di sicurezza e immigrazione.

“Agli episodi di aggressione a danni di due persone anziane avvenuti nei giorni scorsi – dichiara Enrico Castelnuovo, portavoce provinciale di FDI-AN Lecco – non si può più rispondere con il buonismo della politica di accoglienza che la sinistra sta perseguendo a livello nazionale e locale. Il cittadino invoca sempre di più maggior protezione da parte dello Stato ed è dovere dello Stato garantire ordine, sicurezza e certezza della pena”.
Nelle vie del centro i dirigenti e gli iscritti del partito hanno quindi sonoramente “fischiato”per richiamare l’interesse e l’impegno delle istituzioni su una situazione non più sostenibile: è stato simbolicamente usato come mezzo della protesta il fischietto, inteso come misura di sicurezza economica e strumento di allarme per allontanare gli aggressori e altri tipi di attenzioni indesiderate.

“I commercianti – prosegue Claudio Monticciolo, responsabile provinciale per le tematiche relative alle associazioni di categoria – sono tra i primi a convivere con questa ondata di micro-illegalità, che contrappone da un lato chi cerca di alzare la serranda ogni mattina pur facendo fronte al rispetto della legge e del fisco e dall’altro chi, magari a qualche metro di distanza, vive di commercio abusivo foraggiando di fatto la concorrenza sleale e mettendo in grande difficoltà chi con sacrificio si comporta in maniera corretta”.


“Che il responsabile dell’aggressione all’anziano sia a piede libero non è accettabile, senza se e senza ma. Chiediamo ai nostri cittadini di non voltare la testa e anzi di denunciare quando subiscono o vedono violenze, molestie nei loro confronti o di altri. Chiediamo loro di rivendicare il loro diritto di potersi muovere liberamente per la loro città senza subire violenze di nessun tipo. #piùSICUREZZA #menoDEGRADO”, conclude il responsabile regionale dipartimento Immigrazione e Sicurezza di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, Giacomo Zamperini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento