menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Daniele Nava Guido Podestà e Mauro Piazza

Daniele Nava Guido Podestà e Mauro Piazza

Podestà: "Andare in Europa per difendere i valori dell'Italia"

Guido Podestà, attuale presidente della Provincia di Milano, si è presentato oggi a Lecco, presso l'Hotel Griso, come candidato del Nuovo Centro Destra nella circoscrizione Nord Ovest, alle prossime elezioni europee del 25 maggio.

Ad introdurre la serata ed a presentare Podestà sono convenuti il presidente della provincia di Lecco, nonché neo sottosegretario agli enti locali in regione Lombardia Daniele Nava e l'assessore regionale Mauro Piazza.

Podestà, esperto nel settore dell'edilizia e delle grandi infrastrutture era già stato eletto, nelle liste di Forza Italia , alle elezioni europee del '94, poi riconfermato nel '99 e 2004. Dal '97 al 2004 è stato Vicepresidente del Parlamento Europeo.
Dal 2009 è presidente della provincia di Milano, eletto nelle liste del P.D.L. Dal 2013 si allontana da questa formazione politica ed entra a far parte del Nuovo Centro Destra.

Podesta esordisce spiegando le ragioni della nascita del Nuovo Centro Destra: "Non è stato facile vivere questa scissione con Forza Italia. E' stata una scelta tra la coerenza ed una reazione di rabbia e cioè quella del presidente Berlusconi. Avevamo tre scelte, ritornare alle elezioni e questo non si poteva fare perchè Grillo era in ascesa, stare nella minoranza oppure fare la scelta di governo e di responsabilità, perchè l'Italia aveva bisogno di una governo che potesse controbattere la fortissima speculazione messa in atto contro l'Italia all'epoca. Il coraggio è stato di coloro che hanno stabilito di governare il paese ed un esempio su tutti è quello che è accaduto sulla pessima riforma Fornero. Se noi non avessimo resistito contro ogni volontà di cambiarla la CGIL l'avrebbe vinta smantellando l'impianto di quella riforma, rischiando di fare sfaceli peggiori. Tra un Italia allo sbando ed una governata io ho scelto questa. Il nostro avversario non è Forza Italia, ma altri. In queste elezioni vincerà l'astensione laddove un elettore su tre non andrà a votare e ciò vuol dire ch ei partiti tradizionali hanno perso di credibilità".

Poi il candidato NCD alle europee passa a spiegare cosa vuol dire Europa per lui: "Credo nell'Unione Europea - esordisce Podestà - come sfida, sogno ed obiettivo, ma non accetto che  questa Europa non sia rispondente alle attese dell'Italia e degli italiani. In questo momento in cui serpeggia un certo euroscetticismo voglio mettere a disposizione la mia esperienza di amministratore e politico per far cambiare l'idea a chi non crede nell'Europa".

Ed infine il ruolo dell'Italia in Europa: "Oggi l'Italia ha bisogno di europarlamentari seri e rispettati, credibili e presenti, che sappiano mantenere i contatti con il territorio e che conoscano le modalità di intervento a livello istituzionale. Oggi l'Unione Europea non va combattuta, ma cambiata con l'aiuto di persone competenti che si impegnino quotidianamente per l'Italia e che sappiano portare le sue istanze la dove conta, perchè l'Europa condizionerà sempre di più la vita di noi tutti italiani ed è quindi meglio che ciò avvenga nella giusta direzione. Insomma non ci piace questa Europa in a comandare è la sola Germania".

"Le nostre istanze - conclude Podestà - sono fatte di valori, di cultura, arte, innovazione, prodotti, ambiente, paesaggio ed enogastronomia che in Europa e nel mondo sono molto apprezzati. Ecco perchè in Europa ci devono andare persone capaci di portare e rappresentare queste istanze".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento