rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
elezioni / Alto e Basso Lago / Via Nazionale, 107

Abbadia, la squadra che accompagnerà Azzoni è all'insegna della continuità

Il candidato sindaco e i componenti della lista 'Progetto Abbadia' hanno incontrato la cittadinanza in sala civica. Sul piatto l'esperienza maturata sul campo e la conclusione di alcune importanti opere già avviate

Un ringraziamento a chi non sarà più nella squadra, "Paola, Aurora e Cristina", e a chi invece ha scelto di entrare a farne parte in vista della tornata elettorale dell'8 e 9 giugno. Così Roberto Azzoni, attuale sindaco di Abbadia e candidato sindaco di Progetto Abbadia, ha inaugurato la serata di presentazione della lista svoltasi martedì sera in sala civica. 

"In questi cinque anni di mandato - ha spiegato Azzoni - anche a causa, per motivi diversi, di numerose defezioni di impiegati comunali, abbiamo avuto modo di mettere la testa nella macchina amministrativa e abbiamo smesso di 'guardare le buche': perché se la macchina funziona, si risolvono da sole. Ciò che serve è una visione più ampia e il nostro programma è stato in un certo senso facile da scrivere, avendo una serie di progetti da mettere a terra e sapendo come reperire i fondi".

Come ha sottolineato Gianluca Rusconi, attuale assessore, "la cosa più importante che abbiamo imparato è che prima delle idee conta la carta: una cosa si fa solo se si può fare".

L'esperienza maturata sul campo è dunque uno dei punti forti del programma elettorale di Progetto Abbadia, dimostrata anche dai tre quarti di consiglieri confermati in lista: Irene Azzoni, Carlo Donato, Mattia Micheli, Luca Baldin, Pietro Radaelli, Roberto Gandin, Elisa Cirillo, Daniela Menetti, Gianluca Rusconi, con i volti nuovi rappresentati da Daniele Bissichini, Gaia Riva e Nadir Amadori.

"Nell'ultimo anno e mezzo si sono aperte diverse possibilità di accedere a fondi grazie all'ingresso di Abbadia nel Gal e nel Distretto del commercio provinciale, nuove strade per portare avanti idee" ha esordito Azzoni parlando del programma.

Scuola

"Un tema a cui tengo particolarmente è la creazione del polo scolastico, con l'accorpamento della secondaria nell'edificio della primaria - ha continuato il candidato sindaco - Consentirà di razionalizzare gli spazi e migliorarne la gestione, nella speranza di dissuadere qualche genitore a scegliere per comodità altre scuole nel territorio lecchese. Pensiamo che la scuola debba essere fruibile anche in orari extrascolastici, ad esempio la sala di educazione motoria potrebbe affiancarsi alla sala civica per ospitare eventi. Abbiamo inserito nel programma servizi di doposcuola e 'aiuto-compiti' con il coinvolgimento di studenti universitari".

Presentazione lista Progetto Abbadia 6 Azzoni

Viabilità

Sul fronte della viabilità, uno dei cardini di Progetto Abbadia è la messa in sicurezza del tratto di strada Novegolo-Crebbio, "appesantito dal traffico aumentato dopo l'apertura dello svincolo di Maggiana". Situazione pesante anche in centro, sulla Provinciale 72, dove il pannello 'intelligente' installato di recente è arrivato a conteggiare fino a 19mila veicoli al giorno. "In quest'ottica, fondamentale è l'allargamento del sottopasso ferroviario: lo studio di fattibilità esiste e vogliamo portare avanti il discorso con Rfi, disposti anche a concedere la chiusura del passaggio a livello pur di arrivare alle due corsie a doppio senso più marciapiede in un punto nevralgico del paese".

Per la cosiddetta 'viabilità dolce', Progetto Abbadia propone la messa in sicurezza del tratto del Sentiero del Viandante a Novegolo, "deviando i pedoni non su asfalto ma su un percorso diverso", delle Vasp e del sentiero per la Cascata del Cenghen "andato incontro a una crescita straordinaria per via del grande aumento dei fruitori".

Parcheggi

Uno degli argomenti più spinosi ad Abbadia è quello relativo ai parcheggi. I numeri attuali dicono 484 stalli a pagamento, 250 bianchi e circa 100 gialli. "Abbiamo la possibilità di predisporre un Piano parcheggi della durata di dieci anni in cui un professionista possa individuare nuove aree da predisporre alla sosta, ma il progetto di parcheggio in gran parte interrato che sorgerà grazie a un finanziamento privato in zona stazione ci fa stare tranquilli: si tratta di 160 posti, di cui 140 coperti. Grazie a questi potremo anche andare a liberare piccole zone del paese oggi occupate da parcheggi con poca utilità".

Ciclopista e turismo

Progetto Abbadia crede fortemente nel progetto di 'svincolo' della ciclopista di prossima costruzione, con tanto di ponticello sospeso che "consenta di evitare semafori o soluzioni che rallenterebbero il traffico e porti in tutta sicurezza pedoni e ciclisti sulla viabilità interna. È un intervento già coperto e proprio questa settimana due enti sovracomunali hanno dato parere favorevole: la Sovrintendenza e la Commissione per il paesaggio della Provincia".

Altri due punti riguardano la sentieristica: la messa in sicurezza della chiesetta di San Martino, "un biglietto da visita del paese sul Viandante", e il completamento del progetto di mappatura dei sentieri: "È ormai in fase di conclusione, vorremmo promuovere serate per migliorare la qualità dei soggiorni ai turisti e facilitare la conoscenza della materia a chi ha intenzione di aprire attività turistiche".

Azzoni non ha risparmiato una provocazione: "Quando dico che bisogna avere visione, intendo che ad esempio potremmo scegliere di ospitare un ostello nelle ex scuole medie una volta completato l'accorpamento con la primaria".

Presentazione lista Progetto Abbadia 1

Ambiente

Progetto Abbadia intende proseguire nell'efficientamento energetico, che dopo il Municipio (dove verrano sostituite tutte le lampade) e le scuole interesserà l'edificio delle ex scuole elementari di Crebbio e la Casa anziani di via Stoppani. "Per quanto riguarda le comunità energetiche rinnovabili, tema su cui è necessario non farsi prendere da facili entusiasmi, c'è un discorso aperto con la Provincia che sul tema farà da ente catalizzatore. Sul fronte rifiuti - ha proseguito Azzoni - vorremmo essere l'Amministrazione che porta a compimento la bonifica della discarica in Navegno, e pensiamo di potenziare la raccolta differenziata sulle aree critiche, Resinelli e zona a lago: nella prima le casette potrebbero essere ridestinate a eco-isole, nella seconda potenzieremmo i cestini".

Un altro argomento 'caldo' è la riqualifica del Parco Ulisse Guzzi, di cui si sta completando il primo lotto. "Il secondo lotto, che partirà dopo l'estate, è già coperto a livello finanziario e, insieme all'opera gemella rappresentata dal terzo lotto della passerella, è la prosecuzione del progetto di valorizzazione del territorio".

Ai Resinelli "si vedranno presto i frutti dello sforzo profuso con i parcheggi a pagamento: le risorse saranno utilizzate nella manutezione straordinaria e nella messa in sicurezza del tratto di strada per Ballabio".

Sociale e museo

Il sociale "è uno dei capitoli più importanti del Bilancio - ha concluso Azzoni - Vorremmo valorizzare l'edificio in prossimità della rotonda sulla SP72, adibendolo a struttura per le emergenze. Proseguiremmo la riqualifica dei parchi giochi con Crebbio, Chiesa rotta e San Bartolomeo. Per quanto riguarda il museo l'obiettivo è diventare museo regionale e per questo creeremmo una struttura di coordinamento. Puntiamo inoltre alla messa in sicurezza dell'ala nord per allestire una sala mostre e al restauro dei serramenti, oltre al potenziamento di orari, comunicazione e rapporto con le scuole".

Il gruppo terrà ora diversi incontri nelle frazioni: 12 maggio alle ore 9 in piazza Carlo Guzzi; 18 maggio ore 17 ai Resinelli; 19 maggio ore 9 in piazza Carlo Guzzi; 21 maggio ore 20.45 a Crebbio; 24 maggio ore 18 a Borbino; 26 maggio ore 9 in piazza Carlo Guzzi; 28 maggio ore 20.45 a Linzanico; 1 giugno ore 9 in piazza Carlo Guzzi; 6 giugno festa di fine campagna elettorale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbadia, la squadra che accompagnerà Azzoni è all'insegna della continuità

LeccoToday è in caricamento