menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Flavio Polano

Flavio Polano

Provincia Lecco Polano: "Rimbocchiamoci le maniche e manteniamo i servizi ai cittadini"

Nel pomeriggio di oggi, 13 ottobre, presso la sala consigliare della provincia di Lecco Flavio polano, il nuovo presidente dell'ente lecchese, si è insediato sulla poltrona che era dell'ex Daniele Nava.

Flavio Polano, sindaco di Malgrate, è da oggi,lunedì 13 ottobre, il nuovo presidente della provincia di Lecco grazie alla vittoria conseguita nelle elezioni provinciali che si sono tenute a Villa Locatelli nella giornata di  ieri 12 ottobre, che conferma senza sorprese il risultato che tutti aspettavano.

Presidente Polano come pensa di collimare l’impegno di sindaco del comune di Malgrate e quello di presidente della provincia di Lecco: “Sarà sicuramente impegnativo, cercherò di assolvere ad entrambe le funzioni dedicando  metà tempo ad ognuna delle cariche. Il problema del tempo non penso sia insormontabile, la cosa più importante è avere alle spalle squadre di persone efficienti che ti possano dare una mano".

E’ soddisfatto della sua elezione, anche se era abbastanza scontata? “Certamente, sono molto contento della scelta fatta. Un mese fa, a dire il vero, questa candidatura non rientrava sicuramente fra i miei obiettivi, poi una serie di eventi mi ha convinto a dare il mio tempo per il territorio. L’essere sindaco mi ha spinto a fare questa scelta oltre naturalmente alla passione che è indispensabile per svolgere questo lavoro”.

Il centro destra ha sollevato molte polemiche sul fatto che la maggior parte dei votanti appartengono ad amministrazioni del centro sinistra. “Secondo me non c’entra nulla nel senso che la riforma favorisca gli uni rispetto agli altri. Cogliamo l’occasione affinchè questa riforma venga  gestita dal basso. Su questo riassetto della provincia ho chiesto a tutti i sindaci di intervenire e dare il loro contributo e che devono imparare ad esse meno attaccati al campanile, superare questo schema mentale". 

La Lega è stata fra i partiti più critici sull’utilità di questa riforma: “Per la riforma delle province da qualche parte bisognava pur  iniziare ed il governo centrale ha deciso in questo modo. Al di la delle critiche dobbiamo gestire la contingenza. Rimbocchiamoci le maniche ed iniziamo a lavorare. Prima da criticare la riforma pensiamo a garantire dei servizi essenziali per i cittadini, servizi costruiti ed organizzati nel corso degli anni. Provincia e comuni devono garantire che la qualità di questi servizi non scemi, non abbassare la qualità di questi”.

Il Movimento 5 Stelle ha criticato l'ammontare dei rimborsi spese che potrebbero inficiare il cosiddetto risparmio: “Parliamo di rimborsi per buoni pasto e spese di viaggio e penso che al di là della loro consistenza penso che non penso che riguardi la provincia di Lecco”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento