foto: www.greenpeace.org
Politica

Referendum trivelle, il senatore Arrigoni vota "Sì"

"È un diritto-dovere difendere l'ambiente e valorizzare le ricchezze del paese"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

«Mentre il Premier Renzi, nonchè segretario del PD, invita a boicottare il referendum trivelle creando mal di pancia e nuovi dissensi all'interno del proprio partito che peraltro esprime 7 dei 9 presidenti di Regione promotrici dello stesso referendum, la Lega Nord ha invece le idee chiare e domenica 17 aprile invita i cittadini a recarsi alle urne per votare "Sì", per uno STOP alle trivellazioni. La Lega Nord non salvaguarda interessi di lobbies del petrolio, ma agisce solo in funzione del bene pubblico e per la difesa dell'ambiente. Lo scandalo petroli e di Tempa Rossa, che sta travolgendo più membri del Governo, ha fatto invece emergere chiaramente il vero motivo per il quale Renzi invita gli italiani a starsene a casa, per far fallire il referendum con il mancato raggiungimento del quorum» interviene il senatore leghista Paolo Arrigoni.

«Con la vittoria del SI le estrazioni di gas e petrolio in mare entro le 12 miglia dalla costa dovranno cessare al termine della concessione e le impattanti piattaforme dovranno essere smantellate; diversamente le estrazioni proseguiranno all'infinito, fino ad esaurimento del giacimento. Votare "Sì" significa dunque difendere il territorio da inquinamenti certi e dal rischio di disastri e incidenti. Votare "Sì" significa soprattutto tutelare e valorizzare le invidiabili ricchezze del nostro paese - prosegue Arrigoni – cioè il nostro mare, il turismo, la pesca, il paesaggio e la biodiversità».

«Il voto referendario è uno dei pochi strumenti di democrazia rimasti a disposizione dei cittadini italiani ed è giusto che i cittadini abbiano la possibilità di esprimersi anche sul futuro energetico del nostro paese. Esercitiamo dunque questo diritto-dovere. Io domenica certamente lo farò e andrò alle urne per votare "Sì"» conclude Arrigoni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum trivelle, il senatore Arrigoni vota "Sì"

LeccoToday è in caricamento