menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Virginio Brivio, sindaco di Lecco

Virginio Brivio, sindaco di Lecco

Rimpasto di Giunta, parla Brivio «Andiamo incontro agli interessi dei cittadini»

Il sindaco motiva le decisioni che l'hanno portato a variare quattro elementi della sua squadra di governo

E' il turno di Virginio Brivio. Il sindaco di Lecco parla e spiega le motivazioni che l'hanno indotto a variare quattro elementi della Giunta Comunale rispetto all'iniziale composizione del 2015. Il primo cittadino, oltre ad assegnare l'assessorato allo sport a Roberto Nigriello per tamponare l'assenza dettata dalle dimissioni di Gheza, ha infatti variato altri tre elementi della sua squadra, "pensionando" Anna Mazzoleni, Salvatore Rizzolino ed Ezio Venturini, non senza polemiche.

Rimpasto di Giunta, prosegue la polemica Appello-Lega. Bettega: «Hanno la faccia di tolla»

«Da una Giunta rinnovata per metà nel segno di un cambiamento che vuole andare incontro agli interessi dei cittadini, mi aspetto nuovo slancio, efficienza, organizzazione e soprattutto concretezza e rapidità di soluzioni in questo finale di mandato - spiega il sindaco Brivio .. Ma anche una capacità di coinvolgimento della città su obiettivi che non sono solo del Comune ma della Comunità. Non sto a spiegare singolarmente le ragioni di quello che io chiamo, invece di rimpasto, termine che non mi è mai piaciuto, rotazione, avvicendamento».

Rimpasto di Giunta, Venturini attacca Brivio: «Niente rinnovamento per Appello? Chi arriva si trova la pappa pronta»

«Perché in fondo amministrare è una ruota che gira e nessuno deve sentirsi promosso o bocciato - prosegue Brivio -. L’avvicendamento appunto in una squadra può generare amarezza personale o dissenso politico (più o meno motivato ed opinabile per sua natura)ma ciò che conta è il risultato finale. Non sono il maestro in cattedra e io, più di ciascuno, sono sotto esame dei cittadini ogni momento del giorno. Quel che conta ora è mettersi di lena e portare a termine le opere e gli interventi in cantiere che sono una mole di lavoro che spesso sfugge anche ai cittadini più attenti, perché legittimamente più colpiti dai disagi quotidiani. Sono certo che i nuovi assessori porteranno l’entusiasmo del neofita ma anche il contributo specifico delle loro esperienze personali e professionali in un contesto, la Giunta, nel quale la sintonia è la prima condizione per agire insieme e senza forzature personali e caratteriali. Siamo prossimi a predisporre il bilancio preventivo 2019 (attuativo delle linee di programmazione triennale da poco approvate dal Consiglio Comunale) e perciò ritengo la rotazione tempestiva e non rinviabile, anche per evitare che nell’ultima stagione del nostro mandato subentri una sorte di inerzia che è la peggior nemica dei cittadini. Soprattutto, e mi sento di dirlo con forza, non abbiamo alle spalle e davanti un bilancio fallimentare, anzi ho la consapevolezza e la presunzione che prima del 2020 sulle nostre scrivanie e nelle nostre coscienze i conti torneranno e larga parte del programma di mandato sarà realizzato, e consegneremo quindi ai futuri amministratori, ma soprattutto ai lecchesi, una città migliore».

Dopo il rimpasto della Giunta è bagarre a Palazzo Bovara. Scontro maggioranza-minoranza

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento