Giovedì, 13 Maggio 2021
Politica

Sale gioco e videolottery urge una nuova normativa

Sale da gioco e videolottery sono un tema contrastante sul quale molti stanno intervenendo e dicendo la propria. Se da una parte questa forma di gioco d'azzardo sta creando sempre più dipendenza, dall'altra lo Stato vi attinge a piene mani risorse per finanziarsi.

Stefano Citterio e Giorgio Buizza

Questa mattina il Partito Democratico lecchese è sceso in piazza per raccogliere le firme per la "Tutela della salute degli individui tramite il riordino delle norme vigenti in materia di giochi con vincete in denaro-giochi d'azzardo", così quanto recitava il volantino distribuito ai cittadini.

"Si tratta - ci spiega Stefano Citterio consigliere comunale del Partito Democratico - di una proposta di Legge di iniziativa popolare per il contrasto reale alle infiltrazioni mafiose ed altre illegalità, attribuire maggiori poteri sul tema agli enti locali, normare i luoghi e le caratteristiche dei giochi ed infine il recupero dei finanziamenti necessari per le cure, la prevenzione e la ricerca contro le ludopatie.
"Il Partito Democratico sta raccogliendo le firme per una proposta di legge di iniziativa popolare per il riordino delle normative in materia di giochi d'azzardo. Questa prevede una maggior tutela degli individui, il reinvestimenti dei proventi derivanti dal gioco per curare le persone affette da ludopatie, ma soprattutto l'attribuzione di un maggior poter ai sindaci per intervenire sul tema"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sale gioco e videolottery urge una nuova normativa

LeccoToday è in caricamento