Teleriscaldamento, il PD: "Silea è un patrimonio da difendere"

Approvata la risoluzione durante l'assemblea tenutasi giovedì sera

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

L’assemblea provinciale del Partito Democratico di Lecco, riunita ieri sera, alla presenza di numerosi amministratori di centrosinistra del territorio, ha approvato all’unanimità un documento sul tema dei rifiuti, in particolare sulla società SILEA e il progetto di teleriscaldamento.

In questo documento, il PD di Lecco afferma che “SILEA è un patrimonio da difendere, in quanto soggetto pubblico in grado di garantire trasparenza e controllo” e che la società “gestisce, per conto dei Comuni soci, il ciclo integrato dei rifiuti in tutte le fasi”.

Si sottolineano gli ottimi risultati della Provincia in materia di raccolta differenziata, ma si auspica nel contempo che la stessa venga “ulteriormente sviluppata, secondo il criterio della convenienza ambientale ed economica”, attivando meccanismi premianti per i cittadini virtuosi.

In merito al progetto di teleriscaldamento, l’assemblea ha deliberato che “è auspicabile che venga portato avanti, con i necessari approfondimenti da parte della Società”, considerati i “numerosi vantaggi di tale opera, sia dal punto di vista ambientale che economico, anche a beneficio dell’intero territorio della Provincia”.

“Si tratta di un’importante presa di posizione da parte del Partito Democratico lecchese – afferma Vittorio Campione, responsabile delle società partecipate per il PD provinciale – si fa finalmente chiarezza su un tema importante e delicato, al di là delle informazioni parziali e imprecise, quando non prive di fondamento, che sono circolate negli ultimi tempi. Nel periodo delle cosiddette post verità (o “bufale”), sono tanti i soggetti che hanno voluto soffiare sul fuoco delle polemiche, comprese alcune forze politiche. Il PD ribadisce che l’ambiente e la salute sono due temi seri e come tali devono essere affrontati, basandosi su dati concreti e su verità scientifiche.”

Il documento predisposto da una commissione specifica, è stato portato all’attenzione dell’assemblea provinciale, la quale dopo un lungo e approfondito dibattito e la richiesta di alcune modifiche e integrazioni, ha deliberato la risoluzione, avvalendosi anche dei pareri e degli interventi dei numerosi amministratori presenti.

“E’ importante che ora SILEA prosegua celermente con gli approfondimenti sulla fattibilità tecnica ed economica di questa importante opera –aggiunge Campione – per garantire tempi certi e il recupero di quella parte dell’energia già oggi prodotta dallo smaltimento dei rifiuti indifferenziati che oggi non viene valorizzata.”

Torna su
LeccoToday è in caricamento