rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
Politica Centro storico

“38 minuti per uscire da Lecco: lasciamo perdere gli esperimenti”

Corrado Valsecchi, capogruppo di Appello per Lecco, racconta la propria esperienza

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Questa mattina avevo un appuntamento a Oggiono con mia madre. Ci ho messo 38 minuti per uscire da Lecco e pensare che abito sul lungolago, ma la cosa più sconcertante è che la fila di autovetture che provenivano da sud era ferma a Valmadrera. È evidente che bisogna interrogarsi: se la sperimentazione dà questi frutti, meglio lasciare perdere per non avere presto una rivolta popolare, altro che una petizione.

Ponte Vecchio, la prima domenica è una bocciatura senza appello

O si mettono vigili urbani in tutti i punti strategici per indirizzare le vetture e fluidificare il traffico in attesa che si comprendano bene le regole, sperando che portino dei risultati, oppure è meglio lasciare perdere. Anche la situazione di via Bezzecca, via Aspromonte e via Azzone Visconti rischia di diventare un boomerang se non si svolgono azioni di facilitazione propedeutiche a indirizzare il traffico.

Mi sembra che l'approssimazione regni sovrana in questa Giunta, che continua a giocare allo Scigamatt sulla pelle dei contribuenti e dei cittadini, anziché governare con un po' di saggezza istituzionale e iniziare a realizzare le rotonde di viale Costituzione, Piazza Manzoni e davanti all'ex Larius che avevamo lasciato in eredità. 

Corrado Valsecchi
Capogruppo consiliare di appello per Lecco

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“38 minuti per uscire da Lecco: lasciamo perdere gli esperimenti”

LeccoToday è in caricamento