«Parcheggio di Fiumelatte, scenario desolante»

Paolo Ferrara di "Uniti per Varenna" denuncia uno stato di incuria: «Non è mai stato nemmeno completato»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

A distanza ormai di mesi dal suo completamento, lo spettacolo che il nuovo parcheggio di Fiumelatte offre a cittadini e villeggianti è desolante. Pianificato su impulso della passata Amministrazione comunale, è stato realizzato su incarico dell'Autorità di Bacino: costo 500.000 euro. Terminato a rilento, tanto da aver già a suo tempo scatenato numerose polemiche, sollevate anche da privati cittadini per la lentezza con cui procedevano i lavori, è stato aperto in sordina nel gennaio 2018. 

Statale 36, si lavora: strada chiusa quattro notti

«Uno spettacolo che rappresenta in modo egregio l'andazzo sciatto dell'Amministrazione comunale Manzoni - afferma Paolo Ferrara di Uniti per Varenna - che non è stata in grado addirittura di terminare con cura un parcheggio che potrebbe essere un fiore all'occhiello per la frazione di Fiumelatte. Manca la segnaletica orizzontale (per intenderci la "banale" scritta Stop in uscita dal parcheggio) e parzialmente la verticale: quella presente è raffazzonata e sbilenca ed evidentemente provvisoria, pericolosa per la sua incompletezza, se si considera soprattutto l'ubicazione di entrata e uscita. Già a luglio avevo rappresentato al sindaco il problema e mi aveva rassicurato sul fatto che i cartelli erano stati comprati, mancava solo di posizionarli: poca cosa, insomma, a suo dire. Siamo ormai all'anno nuovo e i cartelli giacciono ancora in modo desolante al piano terra del Municipio, abbandonati. Vogliamo poi parlare dello stato improponibile delle ringhiere che delimitano lato SP72 il parcheggio? Totalmente arrugginite e non credo che il Comune di Varenna vada in malora per due o tre barattoli di vernice! Uno spettacolo squallido. Oppure dell'illuminazione in parte ancora da completare? O del parcheggio disabili la cui scritta sta già deteriorandosi, dopo pochi mesi? Ma è possibile che Varenna - in particolare  Fiumelatte -  meriti tale colpevole incuria?»

Paolo Ferrara, Uniti per Varenna

Torna su
LeccoToday è in caricamento