menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra: Stefano Vola, TSRM amministratore di sistema, Andrea Dell’Agostino, TSRM amministratore di sistema, Fausto Declich, Responsabile della UOSD Fisica Sanitaria e DEC del Servizio RIS-PACS, e Cristiano Spreafico, P.O. amministratore di sistema

Da sinistra: Stefano Vola, TSRM amministratore di sistema, Andrea Dell’Agostino, TSRM amministratore di sistema, Fausto Declich, Responsabile della UOSD Fisica Sanitaria e DEC del Servizio RIS-PACS, e Cristiano Spreafico, P.O. amministratore di sistema

Asst Lecco: avviata una nuova modalità di lavoro in ambito del programma di Screening Mammografico

«È il compimento di un lavoro iniziato al termine del 2015», spiega Fausto Declich, responsabile della Fisica Sanitaria dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale lecchese

Abbiamo attivato, dal mese di dicembre, una nuova modalità di lavoro nell’ambito del programma di Screening Mammografico, coordinato dall’Ats della Brianza.

Gli esami delle donne che verranno eseguiti presso erogatori privati che hanno aderito al nuovo progetto predisposto dall’Azienda Socio Sanitaria Territoriale lecchese (nella fattispecie, lo Studio di Radiologia Ellisse di Cernusco Lombardone, la Synlab di Lecco e, a breve, anche la Clinica Mangioni) saranno automaticamente inviati al Pacs radiologico dell’Asst di Lecco, il sistema che permette di lavorare con immagini al computer senza più dover produrre documenti cartacei e stampare pellicole radiografiche, mediante connessione di rete.

Prima dell’installazione del Ris-Pacs aziendale e della mammografia digitale la lettura di tutti gli esami, sia quelli eseguiti presso l’Asst, sia quelli effettuati dagli erogatori privati, veniva svolta mediante pellicole radiografiche. Con l’avvento del Ris-Pacs e della mammografia digitale, si è passati alla lettura a monitor su postazioni dedicate con adeguati monitor medicali ad altissima risoluzione.

«Lavoro iniziato nel 2015»

«L’Asst di Lecco – dichiara Paolo Favini, Direttore Generale dell’Asst – ha un ruolo centrale nel programma di Screening Mammografico coordinato e gestito dall’Ats della Brianza. È infatti erogatrice di prestazioni presso i Presidi Ospedalieri di Lecco, Merate e Bellano, e centro unico di lettura ed archiviazione degli esami. Al programma di Screening partecipano anche strutture sanitarie private in qualità di erogatori delle prestazioni. La lettura in doppio ceco degli esami è in tutti i casi effettuato presso la Radiologia dell’Ospedale Manzoni di Lecco».

«È il compimento di un lavoro iniziato al termine del 2015 – spiega Fausto Declich, responsabile della Fisica Sanitaria dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale lecchese e Dec (Direttore Esecutivo del Contratto) del Servizio Ris-Pacs – con l’installazione del sistema Ris-Pacs presso l’Asst di Lecco e proseguito con l’installazione di quattro mammografi digitali allo stato dell’arte nel 2018. È un progetto importante che garantisce un miglioramento in termini di sicurezza clinica e di efficienza».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazione anti-covid, da giovedì possono prenotarsi 22mila lecchesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento