Nasce a Pescarenico il centro specialistico "Progetto futura infanzia"

Un team composto da neuropsichiatri, psicologi, terapisti della neuro psicomotricità, logopedisti, pedagogisti, fisioterapisti e altri specialisti dell'infanzia, si costituisce come équipe qualificata per effettuare valutazioni e interventi mirati nell'ambito di tutti i disturbi dello sviluppo

Il dottor Alberto Del Prete con la moglie Betti

Nasce a Lecco, nel quartiere di Pescarenico, una nuova e moderna realtà medica dedicata ai piccoli e giovani pazienti in età evolutiva con disturbi dello sviluppo. La nuova attività, che prenderà il via il 25 novembre 2019, fa capo alla società Progetto Futuro Infanzia Sas gestita e fondata nel settembre 2019 dal dottor Alberto del Prete - medico chirurgo lecchese specializzato in pediatria, neonatologia e neuropsichiatria infantile - e vedrà schierato un team di specialisti dell'infanzia esperti nella gestione e nella cura di situazioni pediatriche complesse in cui viene rilevata una difficoltà nella varie fasi di sviluppo del bambino.

Attraverso uno specifico approccio multidisciplinare, l'equipe si propone di valutare e trattare vari aspetti clinici: disturbi comportamentali (deficit dell’attenzione ed iperattività, oppositività, disturbi della condotta) disturbi emotivi e relazionali (ansie, fobie, disturbi dello spettro autistico), disturbi dell'apprendimento (Dsa, difficoltà scolastiche aspecifiche, disturbi del linguaggio), difficoltà motorie ( disprassie, ritardi di sviluppo) e problemi specifici legati all'età adolescenziale.

«Il Progetto Futuro Infanzia nasce da una riflessione condivisa da un equipe di specialisti in merito alla necessità di realizzare, anche al di fuori di realtà istituzionali che non sempre sono in grado di rispondere alle esigenze di tutti, un intervento clinico più incisivo e strutturato pensato proprio per il futuro dell'infanzia», spiega Alberto Del Prete. «Si tratta di un futuro che oggi più che mai va protetto e sostenuto, considerato che le problematiche di vario tipo che vengono alla luce nella diverse fasi di crescita dell’individuo sono ormai sempre più diffuse».

Il Mandic celebra la Giornata nazionale della Gentilezza

La nuova struttura, collocata a Lecco in corso Carlo Alberto 17/a, si articola su due piani: al piano terra è situata la sala d'attesa e la palestra per le attività riabilitative di gruppo, mentre al primo piano sono collocati gli studi medici attrezzati per le varie attività. Tutte le aree sono state pensate "a misura di bimbo" e quindi adeguatamente arredate e decorate secondo una sensibilità e un gusto che rievocano i contesti di gioco idonei all'infanzia e all'intera età evolutiva. È presente anche un'area "doposcuola" pensata per dare supporto alle famiglie attraverso un'assistenza diretta ai compiti che viene garantita tutti i pomeriggi.

«Quella di Progetto Futura Infanzia è una sfida ambiziosa e necessaria, che si è andata delineando con chiarezza alla luce di tutte le esperienze maturate in anni e anni di attività dedicata allo sviluppo infantile», sottolinea il dottor Del Prete, che ha operato per oltre vent'anni presso il reparto di Terapia Intensiva Neonatale (Tin) dell'ospedale di Lecco, dove ancora oggi esercita nell'ambito del follow up dei bambini dimessi dalla Patologia Neonatale. «Questo nuovo centro è il frutto di un lavoro intenso e appassionato, condiviso con i professionisti che da tempo lavorano in rete con me, sostenuto dalla mia famiglia e in particolare da mia moglie Betti. Ma tutto questo non sarebbe stato realizzabile se i progettisti a cui mi sono affidato, Luca Cesana e l'ingegner Chiara Bonaiti, non avessero dedicato a questo progetto, oltre alla loro professionalità, anche il loro cuore e la loro emozione».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(Nella foto sotto Luca Cesana e l'Ing. Chiara Bonaiti)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Oggiono: incidente in via per Molteno, giovane finisce in ospedale in gravi condizioni

  • Nuovo Dpcm: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, il punto: oltre cento tamponi positivi, nel Lecchese superata quota quattromila. "Manzoni": tre posti liberi nei reparti

  • Ordinanza regionale sotto accusa, Gattinoni: «Ci era stata consegnata una bozza diversa per la Dad»

  • Coronavirus, il punto: oggi 96 nuovi casi nel Lecchese, oltre 35.000 tamponi in Lombardia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento