Venerdì, 19 Luglio 2024
Salute Centro storico / Via Leonardo Da Vinci, 49

Aperto al Mangioni Hospital di Lecco un ambulatorio di prima assistenza medico infermieristica

In cosa consiste il nuovo servizio attivato "per far fronte alle piccole urgenze della vita quotidiana"

Una distorsione appoggiando male il piede, una piccola ferita da taglio che continua a sanguinare, oppure, considerando il periodo estivo, un eritema solare o una puntura d’insetto più problematica del solito. Sono innumerevoli i motivi per cui si può avere necessità di assistenza senza per questo dover ricorrere al pronto soccorso per risolvere un piccolo, almeno in apparenza, inconveniente sanitario. Secondo i dati Agenas, i Pronto soccorso italiani nel 2023 hanno fatto registrare 18,27 milioni di accessi: di questi, però, oltre 1 su 5 (ovvero circa 4 milioni) erano codici bianchi o verdi.

Lo ricorda la dirigenza della clinica Mangioni di Lecco, annunciando che: "Per far fronte alle piccole urgenze della vita quotidiana contando sempre sull'esperienza specialistica ospedaliera e con tecnologie diagnostiche avanzate, i cittadini pazienti hanno la possibilità di un più rapido accesso alle cure grazie all’ambulatorio di prima assistenza medico infermieristica presso il G.B. Mangioni Hospital di Lecco, che fa parte di Gvm Care & Research". Presso la struttura di via Leonardo Da Vinci è stato infatti inaugurato un nuovo ambulatorio di prima assistenza con l'obiettivo di fornire "una risposta veloce e di qualità a tutte le richieste di prestazioni sanitarie" da codice bianco che arrivano ogni giorno nei Pronto Soccorso e per le quali si creano lunghe attese.

Il dottor Vincenzo Zottola: "L'ambulatorio può risolvere piccoli traumi, infortuni, eritemi o disturbi"

"Il nostro ambulatorio parte dalla valutazione infermieristica - conferma Vincenzo Zottola, direttore sanitario della struttura lecchese - Il personale infermieristico si occupa infatti dell’accoglienza del paziente, permettendo una veloce presa in carico della situazione. L'ambulatorio può risolvere piccoli traumi come infortuni sportivi, ustioni o eritemi, disturbi della sfera urologica e ginecologica, dolori all'orecchio o mal di denti - continua il dottor Zottola - Si effettuano inoltre bendaggi, medicazioni, somministrazioni di farmaci per via endovenosa, intramuscolare o per via oculare e infiltrazioni".

Gli orari e come accedere al servizio

"A caratterizzare il servizio è il rapporto diretto con il servizio infermieristico. Quando necessario, il paziente può in seguito essere indirizzato ad approfondimenti con lo specialista di riferimento. Accedere al servizio è semplice: è sufficiente chiamare lo 0341 478553 nei giorni feriali dalle ore 8.00 alle 14.00; il sabato dalle ore 8.00 alle 11.00".

A ricevere la telefonata sarà un infermiere professionale che stabilirà l’entità dell’urgenza e comunicherà l’eventuale conferma della presa in carico, in regime di solvenza e su appuntamento. L’attività di consulenza specialistica eventualmente necessaria può invece essere fornita nel corso di tutta la giornata a seconda delle disponibilità degli specialisti che già operano all’interno della struttura.

"Si tratta di una opportunità per un numero elevato di persone che si ritrovano a fare i conti con piccoli traumi, infortuni sportivi, dolori articolari, disturbi dermatologici oppure odontoiatriche - conclude Zottola - Siamo particolarmente orgogliosi di poter mettere a disposizione della comunità una proposta sanitaria di questo tipo, che sta già offrendo riscontri particolarmente incoraggianti".

Il gruppo Gvm Care & Research

Gvm Care & Research, gruppo fondato e presieduto da Ettore Sansavini, è attivo nei settori della sanità, della ricerca, dell’industria biomedicale e delle cure termali "con obiettivi di assistenza specialistica, prevenzione medica e promozione del benessere e della qualità della vita". Cuore di Gvm Care & Research è la rete integrata di 29 ospedali, molti dei quali di alta specialità, 4 poliambulatori e 3 Residenze assistenziali presenti in 11 regioni italiane: Piemonte, Lombardia, Liguria, Veneto, Emilia Romagna, Marche, Toscana, Lazio, Puglia, Campania e Sicilia. Gvm è presente anche all’estero con 14 strutture ospedaliere in Francia, Polonia, Albania e Ucraina. La sede di Gvm Care & Research è a Lugo (Ravenna).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aperto al Mangioni Hospital di Lecco un ambulatorio di prima assistenza medico infermieristica
LeccoToday è in caricamento