Sabato, 16 Ottobre 2021
Salute Via dell'Eremo, 9-11

Percorsi per tutelare la salute emotiva delle neomamme

Le attività dell'Asst Lecco per la prevenzione dei disturbi perinatali: avviati un sito, un'app e le visite a domicilio grazie a ostetriche specificatamente formate

Dalla parte delle neomamme. L'Asst di Lecco ha attivato un intervento articolato nell'area dei disturbi emotivi perinatali che ha coinvolto in maniera attiva e sinergica i Dipartimenti Materno Infantile e Salute Mentale e Dipendenze.

Per una comunicazione efficace è stato attivato il sito web www.pensarepositivo.org in cui ogni donna può reperire informazioni non solo sulla depressione perinatale, ma anche su molti aspetti riguardanti la gravidanza e il puerperio, come cambiamenti fisiologici, emotivi, la gestione del parto, l'allattamento al seno. Tutte le informazioni inserite sul sito sono state redatte e validate da professionisti sanitari dell'Asst di Lecco per garantire all'utente un’informazione corretta e affidabile.

Le procedure di screening sono state rafforzate anche attraverso la creazione di una App per smartphone - collegata al sito web - che, consegnata alla donna al primo contatto con il consultorio o con il punto nascita, permette di monitorare lo stato emotivo attraverso la compilazione di una scala specifica, la Edimburgh Perinatal Depression Scale (Epds). L'app segnala sia alla donna che al centro di riferimento (consultorio, ambulatorio specializzato) il risultato dello screening e l'eventuale necessità di approfondimento clinico. È cruciale fornire informazioni di qualità alle donne in gravidanza sui problemi di salute mentale: sia la App che il sito web sono attualmente in corso di sperimentazione presso la Asst di Lecco al fine di arrivare ad attivazione generalizzata.

Una componente importante del progetto è stata anche l'attivazione a livello dei consultori lombardi dell'attività di home visiting attuato da ostetriche specificatamente formate. È stato tradotto e adattato al contesto italiano il manuale dell'Organizzazione Mondiale della Sanità Thinking Healthy ("Pensare Positivo" nella traduzione italiana disponibile sia sul sito dell'Oms che in quello di Regione Lombardia).

Formate circa 120 operatrici

Sono state formate circa 120 operatrici attraverso un corso di sei giorni incentrato su un modello psicoeducativo di supporto psicosociale a domicilio. Il modello prevede interventi sui pensieri negativi della donna, la sostituzione dei pensieri negativi con pensieri positivi e la modifica dei comportamenti che conseguono ai pensieri negativi attraverso una serie di esercizi. È centrato sull’affrontare in modo pratico problemi psicosociali della donna, rivolgendosi a tre aree: la salute fisica e mentale della donna, il rapporto madre-bambino ed il rapporto con il partner ed i familiari. 

Il percorso Pensare Positivo può iniziare prima della nascita, alla 14^ settimana di gravidanza e può continuare fono al 10° mese di puerperio; 49 neomamme hanno partecipato a questo tipo di intervento, con risultati estremamente positivi: si sono ridotte in maniera significativa l'ansia e la depressione, tutte le donne si sono dichiarate soddisfatte dell'intervento a domicilio, dichiarando che ha avuto effetti positivi sulla loro vita, sulla relazione con il bambino e con il partner. Anche le operatrici sono state soddisfatte sia della formazione che dell'attività di home visiting e raccomanderebbero tale formazione alle colleghe.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Percorsi per tutelare la salute emotiva delle neomamme

LeccoToday è in caricamento