menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il laboratorio Astrolab (Foto da emedea.it)

Il laboratorio Astrolab (Foto da emedea.it)

Nasce "Astrolab": la riabilitazione dei bimbi diventa hi-tech

Nuovo laboratorio tecnologico a La Nostra Famiglia: 450 metri quadri e sei locali in cui i piccoli pazienti potranno migliorare le funzioni cognitive e motorie

Oltre 450 metri quadrati di tecnologie all'avanguardia e ambienti futuristici. Lunedì 30 settembre l'Irccs Medea - La Nostra Famiglia di Bosisio Parini inaugura "AstroLab", il primo laboratorio di riabilitazione hi-tech per migliorare le funzioni cognitive e motorie dei piccoli pazienti.

In Italia i giovani con difficoltà motorie e cognitive sono centinaia di migliaia, per conseguenze di traumi invalidanti come un incidente stradale, per malattie gravi come i tumori cerebrali, per patologie che vanno diffondendosi come l'autismo, o anche per disabilità presenti fin dalla nascita. Per loro nasce AstroLab, realizzato con il contributo del ministero della Salute e grazie al sostegno di Empatia@Lecco, progetto di Fondazione Cariplo e Regione Lombardia sul tema della riabilitazione, coordinato da Univerlecco.

Lecco, la radioterapia apre le porte alla cittadinanza

«La riabilitazione dei pazienti in età pediatrica è un settore su cui vengono fatti pochi investimenti - rileva il direttore scientifico dell'Irccs Medea, Maria Teresa Bassi - I programmi di ricerca oggi sono prevalentemente focalizzati sull'anziano e le aziende non sviluppano tecnologie, perché questo segmento di mercato è troppo piccolo. L'apertura di un laboratorio di riabilitazione hi-tech per bambini e ragazzi è una grande sfida, sociale, etica ed economica».

La riabilitazione diventa un gioco

I numeri: 475 metri quadrati, 6 locali dedicati a ospitare le attrezzature per la ricerca e la riabilitazione, un locale per la stampa 3D, 4 studi per una decina di ricercatori ingegneri. AstroLab è un laboratorio di ricerca e di cura che mette a disposizione dei piccoli pazienti spazi terapeutici dove le attività riabilitative assumono la forma di un gioco: dall'Antro magico, laboratorio di realtà virtuale e di analisi del movimento, all'Officina dei robot; dalla Camera della tuta spaziale, laboratorio di stampa 3D, alla Finestra sullo spazio, laboratorio di stimolazione multisensoriale immersiva; dalla Passeggiata spaziale, laboratorio di analisi del cammino, a Costellazioni Stellari, laboratorio per lo studio del respiro, al laboratorio di bioingegneria le Sale del reattore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Attualità

Si prenota per il vaccino anti-Covid, poi rinuncia: «Ho paura»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento