Domenica, 14 Luglio 2024
Scuola Calolziocorte

Cos'è "Gattostizzito", il progetto che ha premiato anche due alunne calolziesi

In cosa consiste l'iniziativa rivolta alle scuole italiane contro ogni forma di violenza

"Gattostizzito" premia i giovani allo scopo di promuovere la non violenza in ogni sua forma. Tra i 102 studenti che hanno partecipato al concorso “Reinterpreta il simbolo di Gattostizzito” dedicato alle scuole italiane proponendo 121 lavori, spiccano anche due alunni delle scuole di Calolziocorte tra i primi classificati.

"Gattostizzito è un progetto sociale che nasce con l’intento di contribuire al rafforzamento di una coscienza nonviolenta, con particolare attenzione alle nuove generazioni - spiegano i promotori dell'iniziativa che fanno capo alla società Ef Events di Milano -  Il simbolo del progetto è un gatto stizzito nero, con un’unica nota gialla di colore in un occhio, che è stato declinato su capi di abbigliamento e accessori utili a promuovere e diffondere il messaggio. Durante l’anno Gattostizzito ha lanciato la seconda edizione dell’attività finalizzata a promuovere un dibattito sul tema della nonviolenza rivolta alle scuole italiane in cui si richiedeva la reinterpretazione del simbolo del Progetto Gattostizzito".

La classifica finale è stata generata dall’unione dei voti di gradimento del pubblico, che si è espresso online sul sito del progetto sociale, e del giudizio della giuria tecnica composta da esperti di marketing e comunicazione la quale ha valutato le opere partecipanti seguendo i criteri di efficacia del messaggio, originalità della proposta e attinenza al tema.

Il lavoro di Emma Corti.

"Attraverso questa proposta Gattostizzito ha dato lo spunto ai giovani di confrontarsi su tematiche estremamente attuali che vedono un dilagare della violenza come risposta al conflitto. Il progetto Gattostizzito si rivolge soprattutto alle nuove generazioni in quanto il confronto con una tematica simile, in un contesto di socializzazione secondaria come la scuola, può aiutare i giovani a scegliere di adottare comportamenti più costruttivi per fronteggiare tutte le situazioni della vita".

La seconda edizione ha avuto un riscontro positivo da parte degli istituti scolastici, alcuni dei quali hanno ospitato anche una lezione sull'importanza di una gestione nonviolenta dei conflitti; attraverso la guida di Davide Perego, dottore in scienze e tecniche psicologiche, che cura anche il blog del progetto sociale.

Queste le classifiche finali. Per la categoria Scuole secondarie di primo grado - individuale: 1° classificato Marta Caremi classe 2C scuola media istituto comprensivo Alessandro Manzoni di Calolziocorte;  2° classificato Laura Cavuti classe 3L scuola media Verga di Vercelli; 3° classificato Emma Corti classe 2A scuola media Manzoni di Calolziocorte. Per la categoria scuole secondarie di secondo grado individuale: primo classificato Aurora Rota classe 4G liceo artistico Giacomo e Pio Manzù di Bergamo; 2° classificato Irene Fiore classe 2O liceo artistico Giacomo e Pio Manzù di Bergamo; 3° classificato Elisabetta Colombo classe 4G del Liceo artistico Giacomo e Pio Manzù di Bergamo. Con loro anche altri premiati con menzioni speciali della giuria. Tutti i progetti sono pubblicati nella sezione dedicata sul sito di Gattostizzito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cos'è "Gattostizzito", il progetto che ha premiato anche due alunne calolziesi
LeccoToday è in caricamento