rotate-mobile
Scuola Caleotto / Via Rivolta, 10

Cosa fanno gli studenti nel 'tempo libero'? Imparano a saldare

Esperienza positiva per alcuni ragazzi dell'indirizzo di Meccanica e Meccatronica dell'Istituto Badoni che hanno scelto di partecipare a un corso di saldatura: "Un'anteprima del lavoro"

Alcuni alunni dell'indirizzo di Meccanica e Meccatronica dell'Istituto Badoni di Lecco hanno avuto la possibilità di  frequentare un corso relativo alla pratica della saldatura.

Era da tempo che nella scuola lecchese si cercava di dare seguito a questo progetto, con lo scopo di mantenere vivo il legame tra la conoscenza teorica e l'applicazione della stessa, attraverso uno strumento utile come quello della saldatura.

L'idea, come confermano i ragazzi, nasce e si concretizza in "lezioni extra sull'esecuzione pratica delle saldature durante ore buche e alcuni pomeriggi".

Coinvolti tre professori

Indispensabile è stato il supporto di alcuni docenti, in particolare i professori Armando Viscosi, Andrea Volpato e Vincenzo Paura, che hanno da subito accolto l'iniziativa, coadiuvati anche dalla dirigente dell'Istituto, la professoressa Luisa Zuccoli, alla quale ha fatto seguito la collaborazione di Enfapi della città di Como.

La sinergia sviluppatasi tra i vari attori ha permesso di rendere operativa e concreta l'idea, che ha così assunto l'identità di un vero e proprio percorso.

I ragazzi, suddivisi in due gruppi e assistiti dal prof Vincenzo Paura, hanno avuto così l'occasione importante di imparare i metodi di saldatura Tig e Mig grazie alla frequenza di 10 ore di corso, tenutosi a Erba in questo mese di maggio.

Gli studenti: "Acquisite competenze"

Positivo il bilancio dell'esperienza, così commentata da parte dei ragazzi: "Questa possibilità è stata accolta con grande entusiasmo da noi studenti, in quanto ci ha consentito di acquisire competenze aggiuntive, potenzialmente determinanti per una futura carriera lavorativa. Ci ha permesso, altresì, di avere un'anteprima del lavoro del saldatore, verificando la nostra tendenza verso tale carriera nell'ottica dell'orientamento post-studi".

Il modesto contributo economico richiesto, rispetto ai costi previsti per questa tipologia di corsi, ha permesso a tutti gli studenti di poter prendere parte all'iniziativa e aprire così ad altri la possibilità di ripetere l'esperienza, che si è rivelata utile e in sintonia con il percorso di studi intrapreso dai ragazzi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosa fanno gli studenti nel 'tempo libero'? Imparano a saldare

LeccoToday è in caricamento