Un nuovo direttore per la scuola di musica "Guarnieri" del Consorzio Brianteo Villa Greppi

Si tratta del maestro Marco Cazzaniga. L'incarico è stato ufficializzato durante la prima riunione del corpo docenti per l’anno scolastico 2020/2021

Marco Cazzaniga, secondo da sinistra, insieme ad alcuni colleghi.

Il Maestro Marco Cazzaniga è il nuovo direttore della Scuola di Musica Guarnieri del Consorzio Brianteo Villa Greppi. Un incarico ufficializzato l'altra sera nel corso della prima riunione del corpo docenti per l’anno scolastico 2020/2021, per il quale sono aperte le iscrizioni. Brianzolo con alle spalle una lunga esperienza in ambito sia musicale che formativo, dal 2017 Cazzaniga è docente di chitarra classica nella stessa scuola che ha sede a Villa Mariani, a Casatenovo, e raccoglie oggi il testimone da Massimo Mazza, alla guida dell’Istituto sin dalla sua fondazione.

Un legame, quello tra Cazzaniga a la Guarnieri, che ha radici molto profonde: è proprio tra le mura della Scuola - e grazie ai corsi dei maestri Patrizia Rebizzi (chitarra), Simone Fontanelli e Mario Gioventù (musica d’insieme) e Massimo Mazza (armonia) - che l’attuale direttore ha iniziato la sua formazione musicale. Un percorso che l’ha in seguito portato a diplomarsi in chitarra classica con il massimo dei voti al conservatorio “B. Maderna” di Cesena, a insegnare in diversi istituti musicali e scuole del territorio, dall’Istituto A. Greppi di Monticello al G. Fumagalli di Casatenovo, e a dirigere tre diversi Laboratori Lizard a Malgrate, Seregno e Lecco. E ancora, in un curriculum corposo, la carriera di musicista in molte formazioni, ricoprendo, tra gli altri, il ruolo di chitarrista, corista e arrangiatore negli Emilio e gli Ambrogio, gruppo che dal 2007 si impegna nel divulgare il teatro-canzone lombardo.

A una docente dell'Istituto Maria Ausiliatrice di Lecco il premio nazionale "Top Teacher Award"

«La Scuola di Musica A. Guarnieri del Consorzio Villa Greppi - sottolinea il neo direttore - è un’eccellenza che, proprio per questo, va adeguatamente valorizzata. Nelle aule del nostro Istituto prestano servizio docenti di altissimo livello, spesso insegnanti di Conservatorio e musicisti in prestigiose orchestre. È importante, quindi, comprendere e trasmettere l’alto valore formativo di un Istituto dall’offerta ampia e diversificata».

«Desidero salutare a nome del Consorzio Villa Greppi questo passaggio di testimone alla guida della nostra Scuola di musica - commenta la Presidente del Consorzio Marta Comi - con un grande ringraziamento al direttore uscente, il maestro Massimo Mazza, che ha guidato la scuola per oltre 30 anni e che ha costruito, insieme ai suoi docenti, una realtà di altissimo valore culturale, che ha offerto e offre ai cittadini del nostro territorio opportunità di crescita, di confronto, di relazione. Una realtà che, grazie al suo intenso e serio lavoro, ha davanti a sé un futuro ancora più grande da costruire. Al nuovo direttore rivolgo un sincero augurio di buon lavoro, certa che porterà novità positive e che saprà anche mettersi in ascolto della comunità di docenti e allievi che ogni giorno lavorano e studiano nella nostra scuola».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Negli anni trascorsi a Casatenovo come direttore della Scuola di Musica - aggiunge Massimo Mazza - ho potuto lavorare con veri musicisti, sia pensando ai colleghi che ai tanti allievi passati in Scuola. Decine e decine di Diplomi di Conservatorio ottenuti da ragazzi che hanno fatto della Musica la loro professione e che ora suonano in tutto il mondo: dalla Francia all’Australia, dalla Scozia alla Bulgaria. Non è stato difficile individuare in Marco Cazzaniga il musicista e la persona in grado di tener viva l’identità della Scuola nel lavorare per adattarne la fisionomia alle nuove richieste della formazione e del mondo della musica. Un compito non certo facile che il Maestro Cazzaniga e Fondazione Luigi Clerici, che gestirà la Scuola per i prossimi anni, sono certo - conclude - affronteranno nei modi e con gli strumenti più adatti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Oggiono: incidente in via per Molteno, giovane finisce in ospedale in gravi condizioni

  • Nuovo Dpcm: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, il punto: oltre cento tamponi positivi, nel Lecchese superata quota quattromila. "Manzoni": tre posti liberi nei reparti

  • Ferrovie, sulla Milano-Lecco debutta il treno Caravaggio: «Investimento triennale da un miliardo e mezzo»

  • Ordinanza regionale sotto accusa, Gattinoni: «Ci era stata consegnata una bozza diversa per la Dad»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento