“Futuro sostenibile: progettiamo una Smart City”, premi per le scuole di Vercurago e Carenno

Gli alunni delle medie 3°G e 3°S hanno conquistato il podio al concorso “A City in Mind. Immagina la tua città del futuro” aperto agli studenti della Lombardia. Presto una festa virtuale

Due scuole della valle San Martino sul podio di un importante concorso regionale dedicato all'ambiente e alla sostenibilità. Grazie al lavoro intitolato “Futuro sostenibile: progettiamo una Smart City” gli alunni di Carenno e Vercurago delle classi 3 G e 3 S della secondaria di primo grado di Calolziocorte, saranno premiati al concorso di idee “A City in Mind. Immagina la tua città del futuro” aperto agli studenti delle scuole della Regione Lombardia.

In occasione della premiazione - in programma lunedì 8 giugno - verrà organizzata una vera e propria festa virtuale con attività esperienziali accattivanti: un talk in diretta web sui temi della sostenibilità ambientale e sociale, una “Virtual Escape room”, la mostra virtuale dei lavori e l’evento finale di premiazione in modalità streaming.

Le classi di Vercurago e Carenno si sono classificate fra le prime tre, ma solo durante l‘evento verranno a conoscenza dell’esatta posizione in classifica. In palio ci sono riconoscimenti economici alla scuola per l’acquisto di materiale informatico, multimediale e per attività didattiche-laboratoriali. Il concorso è stato occasione per promuovere tra le nuove generazioni la cultura dello sviluppo sostenibile e stili di vita rispettosi dell’ambiente, stimolando l’interesse e la conoscenza di progetti di città del futuro innovativi e all’avanguardia. Migliorare la vita nelle città del futuro è il tema del concorso. Gli studenti sono stati invitati a diventare agenti di cittadinanza attiva, per uno stile di vita più sostenibile, immaginando Città Smart.

I promotori dell'iniziativa

L’iniziativa è stata promossa da Fondazione Triulza in partnership con Arexpo e LendLease, in collaborazione con i partner di MIND Education: Fondazione Human Technopole, Università degli Studi di Milano, IRCCS Galeazzi e riconosciuta da UN (Nazioni Unite) SDG Action Campaign come ”Action partner”. Hanno dato il loro patrocinio Regione Lombardia, Comune di Milano, Patto Nord Ovest Milano e Ufficio Scolastico Regionale, con il supporto scientifico di ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile).

I ragazzi di Carenno e di Vercurago, guidati dalla docente di Tecnologia Rossella Velotto, con il supporto dei docenti di classe e con l'entusiasmo della dirigente Concetta Rita Cardamone, hanno accettato la sfida e si sono iscritti al concorso, raccogliendo idee e sviluppando progetti. Un lavoro complesso e articolato che ha interessato e impegnato gli studenti delle due classi per un intero quadrimestre in attività diversificate sia teoriche che laboratoriali.

I giovani alunni nei panni di architetetti, urbanisti e amministratori per creare città green

Vestendo i panni di alcune figure professionali, si sono immedesimati nella figura di architetti, urbanisti, amministratori,
nonché cittadini e fruitori e hanno progettato e realizzato modelli di città con “comunità sostenibili”. Dreamville, Future City; S.M.A.R.T., Viridipsum; Green City; Civilcity; Smart City; Eco city ; Smartville; ARI.E.GGIO, sono i
progetti presentati al concorso. Con idee originali, concrete e fattibili, hanno ideato “città intelligenti” che puntano ad un alto standard qualitativo di vita. Innovative, avanzate da un punto di vista tecnologico, ma al tempo stesso inclusive e sostenibili da un punto di vista sociale, ambientale ed economico.

Alla giuria del concorso è stato consegnato un elaborato dal titolo “Futuro sostenibile: progettiamo una Smart City”, che comprende diversi progetti, che sono illustrati in dettaglio e spiegano gli aspetti che rendono smart le loro città, il tutto accompagnato da immagini, esempi reali e foto del proprio modellino. I loro progetti sono ambiziosi perché propongono modelli urbani che puntano al benessere sociale, economico, fisico, psicologico e ambientale, con soluzioni diverse ed originali.

Gli alluni di Vercurago e Carenno sono stati attenti nel proporre soluzioni ecosostenibili: parchi, giardini verticali, orti urbani, mobilità alternativa, edifici realizzati con materiali bio. Le città sono autosufficienti da un punto di vista energetico e sfruttano fonti rinnovabili (energia solare, eolica, cinetica trasformando il movimento delle persone in elettricità). Senza tralasciare l’aspetto sociale, le città risultano luoghi sicuri in cui le persone hanno la possibilità di confrontarsi e socializzare, piene di iniziative ed eventi, con servizi efficienti: grazie anche all’utilizzo delle nuove tecnologie si facilita la comunicazione e l’informazione, si gestiscono ad esempio traffico, illuminazione e rifiuti.

L'economia circolare sale in cattedra

Nelle loro Smart City emergono vere e proprie proposte che incentivano sistemi di economia circolare: dal book crossing, alla fabbrica di materiali edili prodotti dai rifiuti compostabili. I ragazzi si sono impegnati molto e hanno dimostrato di avere idee chiare e propositive per un futuro sostenibile. La partecipazione al concorso ha avuto un valore altamente educativo oltre che formativo. È stata premiata la sensibilità degli studenti e l’impegno condiviso nel condurre idee che avessero a cuore il futuro, i temi sulla sostenibilità e la qualità della vita di tutti noi, come persone e come cittadini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il lavoro della docente Velotto e i complimenti della dirigente Cardamone

Soddisfazione per l'ottimo risultato è stata espressa da Rita Cardamone, dirigente dell'Istituto comprensivo di Calolziocorte del quale fanno parte le medie di Carenno e Vercurago: «Complimenti agli alunni per per gli innovativi e originali lavori realizzati, e un plauso alla professoressa Velotto che li ha sapientemente e scrupolosamente motivati e guidati».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Segnalati numerosi casi di "dermatite del bagnante" dopo tuffi al lago: ecco cos'è

  • Sesso in barca sul lago di Como, il video diventa virale

  • Lombardia, nuova ordinanza regionale: mascherina all'aperto se non è garantito il distanziamento. Novità per trasporti e celebrazioni religiose

  • Varenna, protagonista su Rai Uno, diventa il paese dell'amore

  • Sub lecchese travolto e ucciso da un motoscafo in Sardegna

  • Segnalata una canoa ribaltata nel lago sotto il diluvio: ricerche a Mandello

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento