menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La scuola è ripresa. Esaminati due operatori scolastici su tre, quattro in quarantena

L'Ats della Brianza ha comunicato i dati relativi ai test eseguiti nelle scorse settimane su coloro che lavorano all'interno degli Istituti lecchesi

Oggi per tanti ragazzi è il primo giorno di scuola. Sono molte le accortezze che gli istituti scolastici hanno dovuto e devono mettere in campo per garantire la sicurezza delle lezioni per studenti e personale. E ottima, riferisce l'Ats della Brianza, «è stata l’adesione sul territorio ai test sierologici per la ricerca degli anticorpi anti coronavirus. Tra le province di Lecco e Monza Brianza il personale scolastico contava 21.738 persone. Sono stati erogati, al 13-09, 16.705 test, con una percentuale del 77%». I test, si apprende, continueranno anche questa settimana.

Quattro operatori scolastici positivi

Dei test sierologici erogati, 16.705, sono risultati negativi 15.968 esami, mentre 737 sono stati i positivi, quindi circa il 4%. I positivi al test sierologico, cioè alla ricerca di anticorpi, sono stati immediatamente sottoposti al tampone di controllo e solo quattro di questi sono risultati positivi al tampone stesso e, quindi, posti in isolamento.

«La percentuale del 4 % - spiega il Direttore Generale di Ats Brianza Silvano Casazza - rispecchia quanto è accaduto nei mesi scorsi sul territorio, quindi si avvicinano ai tassi di prevalenza dell’indagine nazionale effettuata dall’Istituto Superiore di Sanità. Siamo davvero soddisfatti dell'adesione al test sierologico da parte del personale scolastico, sul territorio dell'ATS Brianza - evidenzia il dott. Casazza - Le percentuali superiori al 70%, le più alte in Regione Lombardia, manifestano un coinvolgimento, una sensibilità e una responsabilità davvero forti del personale scolastico, che ringraziamo, volto a garantire la massima sicurezza per i nostri studenti. Un ringraziamento va anche alle tre Asst del territorio e ai medici di medicina generale che stanno collaborando e gestendo l'attività di screening».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento