Opportunità e rischi della rete, all'istituto Volta sale in cattedra l'educazione digitale

Oltre alla didattica a distanza, la scuola media di Lecco ha attivato il progetto educativo "Password"

L'ingresso del Collegio Volta di Lecco.

Opportunità e rischi della rete, all'istituto Volta sale in cattedra l'educazione digitale. È stato attivato infatti "Password", progetto educativo che si sviluppa nel corso del triennio della scuola secondaria di primo grado del Collegio di Lecco, con l'obiettivo di fornire a genitori, alunni e docenti, gli strumenti necessari per affrontare in modo positivo le sfide e le opportunità che il mondo digitale propone. Alcune tra le tematiche affrontate saranno la sessualità in rete, il cyberbullismo, la dipendenza da videogiochi, l'utilizzo dei social media.

Un percorso triennale

«“Password” è un progetto educativo che si sviluppa, in modo coerente e progressivo, lungo un percorso triennale e che coinvolge tutti gli attori del patto educativo: alunni, famiglie, docenti - spiegano i curatori dell'iniziativa - Questo permette una maggiore condivisione e una più chiara unità di intenti e di interventi tra le diverse figure educative e, allo stesso tempo, una maggiore percezione da parte dei ragazzi di essere al centro di un progetto di ampio respiro. L’obiettivo principale di "password" è quello di dotare ragazzi, genitori e docenti degli strumenti necessari per affrontare in modo positivo le sfide e le opportunità che il mondo digitale propone».

Sul sito internet del Collegio "Volta" sono illustrati nei dettagli tematiche e obiettivi del progetto, promosso in accordo con la cooperativa SpecchioMagico e la cooperativa sociale Pepita. “Mio figlio è connesso 24 ore su 24, come lo stacco dallo schermo?” - è un pensiero piuttosto diffuso fra i genitori, e lo è stato ancora di più nel recente periodo di lockdown, caratterizzato da una preoccupazione crescente per la relazione sempre più stretta tra i ragazzi e il mondo di internet. La quarantena ha eliminato la possibilità di attività concorrenti, accentuato e reso più evidente un fenomeno che ormai è in atto da anni e che porta pre-adolescenti e adolescenti a vivere esperienze nel mondo digitale.

Alla Stoppani la musica non si è fernata nemmeno durante il lockdown

«Lavorando con i ragazzi ci si accorge che ogni prova e ogni difficoltà deve essere vista come opportunità» - ha sottolineato Joseph Tocchetti, preside della scuola secondaria di primo grado del Collegio arcivescovile Alessandro Volta dove, dal 5 marzo, sono attive le lezioni online e supporti per le famiglie che hanno ragazzi disabili e con DSA. L'istituto ha inoltre ricalibrato corsi extrascolastici di musica, lingue straniere ed Ecdl. Ora si è pensato a un ulteriore passo avanti, avviando questo specifico progetto educativo dedicato al web.

Tra gli obiettivi quello di ridurre la distanza tra giovanissimi e adulti nella conosceza del web

«Oggi, infatti, l’uso corretto degli strumenti digitali è una componente imprescindibile per il pieno sviluppo della personalità dei ragazzi e delle loro capacità relazionali nelle varie accezioni: amicizia, affettività, sessualità - proseguono i promotori di "password" - Proprio per questo motivo, il progetto si rivolge direttamente anche ai genitori e al corpo docente, che spesso scontano un profondo ritardo nella conoscenza degli strumenti digitali, proprio quando ridurre questa distanza è diventata un’urgenza non più demandabile per svolgere a pieno il proprio ruolo educativo. Il progetto intende suggerire strategie per la gestione della comunicazione tra genitori e ragazzi, evitando di cadere nelle contraddizioni e negli equivoci che spesso si verificano».

La bellezza della natura disegnata dai bambini delle scuole lecchesi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Comando della Polizia Locale: colpo di pistola, muore un giovane agente

  • Tragedia a Valgreghentino: giovane giardiniere muore travolto da un escavatore

  • Oggi a Villa San Carlo i funerali Ugo Gilardi, «Un ragazzo d'oro»

  • Le regole per Natale 2020: cosa succede con gli spostamenti tra regioni, il coprifuoco e il cenone

  • Controlli anticovid nel Lecchese: due esercizi lecchesi vengono chiusi, nove i cittadini sanzionati

  • «Ho investito in sport e prevenzione, sbagliato il lockdown nei confronti di attività come la mia»

Torna su
LeccoToday è in caricamento