social

Birra e dieta possono andare d'accordo? Vediamo cosa dice uno studio

La birra è una bevanda apprezzata da tanti ma, come per tutti gli alcolici, viene spesso demonizzata in maniera assoluta, proprio per il suo contenuto calorico. Ma anche la birra può far parte di un menu equilibrato e salutare

La birra è una bevanda apprezzata da tanti ma, come per tutti gli alcolici, viene spesso acantonata a causa del suo contenuto calorico e per essere considerata una delle maggiori cause dell'odiata "pancetta alcolica".

Non va demonizzata in maniera assoluta perché, considerati i benefici dovuti alle vitamine, al calcio e all'acido folico in essa contenuti, può anche far parte di un menù equilibrato e salutare.

Ottenuta dal malto d’orzo mescolato con acqua, lievito e luppolo, la birra presenta un contenuto basso di alcol (circa il 4-5 % vol.) e alto di acqua (circa il 93 %) con una quantità di calorie equivalenti a circa 68 per un bicchiere da 200 ml, ed è per questo che può essere consumata a ridosso di un pasto leggero e salutare.

Inoltre, uno studio spagnolo condotto su oltre mille volontari pubblicato sul telegraph.co.uk da un team di ricercatori dell’Università di Barcellona, dell’Hospital Clinic e dell’Instituto de Salud Carlos III, guidato da Ramon Estruch Rosa Lamuela, avrebbe dimostrato come la bevanda aiuti a combattere alcune malattie come il diabete e i problemi cardiovascolari. Via libera, dunque, nell'ambito di una dieta a base di pesce, frutta, verdura e olio di oliva, fermo restando che, come per il vino, fondamentali sono le quantità: se per il vino è solo un bicchiere al giorno, per la birra gli esperti suggeriscono di non superare una pinta al giorno.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Birra e dieta possono andare d'accordo? Vediamo cosa dice uno studio

LeccoToday è in caricamento