Colpo di calore: sintomi e rimedi

Quando le temperatura iniziano a salire, e aumenta anche il tasso di umidità, il colpo di calore è un rischio di cui bisognerebbe sempre tener conto. Vediamo come riconoscerlo e cosa fare in questi casi

Tutti aspettano con ansia l’arrivo dell’estate sperando di poter trascorrere le giornate in riva al mare o in montagna, godendosi il caldo e il sole. Pochi però conoscono anche le conseguenze negative che le alte temperature potrebbero comportare, soprattutto per anziani e bambini. 

Il grande caldo infatti, può causare insolazione, disidratazione e congestione. Si consiglia infatti di proteggere sempre la pelle con un’adeguata crema solare, bere molta acqua ed evitare l’esposizione nelle ore più calde della giornata.

Ma l’effetto più grave di queste giornate torride, è sicuramente il colpo di calore, specialmente quando le temperature sono alte e il tasso di umidità molto elevato. 

Vediamo cosa fare in questi casi, e come riconoscere il colpo di calore.

Quali sono i sintomi del colpo di calore?

Quando la temperatura è molto alta e c’è mancanza di ventilazione, il nostro corpo perde la capacità di auto regolare la propria temperatura interna che aumenta fino a 40°. Chi presenta un colpo di calore infatti, oltre ad avere una temperatura elevata, presenta mal di testa, cute asciutta e calda, malessere generale, senso di agitazione e stati di allucinazione, vertigini. 

Cosa fare in questi casi? 

Quando si verifica un colpo di calore, la prima cosa da fare è chiamare il 118. Nel frattempo, è consigliabile allontanare la persona dall’ambiente caldo e umido, facendola sdraiare a terra in un luogo fresco e ventilato, cercando di raffreddare il corpo con stracci bagnati in attesa che arrivino i soccorsi.  

Fare sempre attenzione che il calore non porti un aggravamento delle condizioni di salute preesistenti. Chi è affetto da malattie dell’apparato respiratorio infatti, deve sempre ricordare di avere cautela, evitando di esporsi al sole nelle ore più calde. 

Cosa evitare

Per prevenire il colpo di calore, è bene evitare di esporsi ai raggi del sole nelle ore più calde della giornata, proteggersi sempre con cappelli, creme solari; ventilare l’ambiente anche con aria condizionata mai inferiore ai 24-25° e privilegiare abiti freschi in cotone o lino. Molto importante è bere almeno due litri d’acqua al giorno e consumare frutta e verdura per mantenersi sempre idratati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 89 casi in Lombardia. Domenica si ferma tutto lo sport anche a Lecco

  • Coronavirus: scuole chiuse nel Lecchese, supermercati presi d'assalto. Al "Manzoni" il contagiato valtellinese

  • In arrivo ordinanza della Regione per chiudere le scuole in Lombardia

  • Coronavirus: 172 casi in Lombardia, sei decessi. Migliorano le condizioni del giovane al "Manzoni". Treni: -60%

  • Nuova interdittiva antimafia del Prefetto: colpiti "Lungolago" e "Tabula Rosa"

  • Coronavirus, nuovo bollettino: quattordici contagiati, MilanoToday intervista il paziente "zero"

Torna su
LeccoToday è in caricamento