Serrature smart wifi: nuovo sistema di sicurezza domestico

Aprire la porta di casa con un'app sul proprio smartphone è possibile. Parliamo della rivoluzione delle serrature smart wifi, l'ultima evoluzione della domotica. Vediamo di cosa si tratta

Una novità nel campo della sicurezza domestica, riguarda le serrature smart, sistemi di accesso ad alta sicurezza sempre più richiesti dai consumatori, in quanto offrono livelli di sicurezza sempre più avanzati.

Le serrature smart infatti, non richiedono l'utilizzo delle chiavi, e possono essere controllate attraverso delle comode applicazioni direttamente dal proprio smartphone, grazie alla tecnologia Wifi. 

Cos'è esattamente una serratura smart?

La tecnologia e la domotica di casa ha introdotto un'importante novità nel campo della sicurezza domestica. La serratura smart wifi, è dotata infatti di nuove tecnologie che possono essere regolate e utilizzate in modo automatico tramite smartphone, Bluetooth e altri ausili elettronici.

A differenza di una serratura tradizionale, questo tipo di serratura viene aperta in maniera elettronica tramite un segnale, che apre la porta solo alle persone autorizzate. 

Con un’app appropriata, è quindi possibile sbloccare automaticamente la porta non appena la persona autorizzata si avvicina. È anche possibile sbloccare la serratura elettronica della porta a distanza. Alcune serrature Bluetooth sono controllabili persino tramite comandi vocali. 

Compatibilità

Un aspetto molto importante da valutare è la compatibilità della serratura smart con la parte sulla quale dovrà essere installata. Questo perché, alcune tipologie di serrature potranno essere montate sulla porta facilmente, mentre per altre sarà necessario l'intervento di un tecnico specializzato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico investimento sulla direttrice Milano-Lecco: la vittima era scomparsa nella mattinata

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Lecco, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio. Ecco le regole

  • Stroncato da un malore in montagna: Mandello piange Carlo Gilardi

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

Torna su
LeccoToday è in caricamento