menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il pannello realizzato da Annalisa Fulvi

Il pannello realizzato da Annalisa Fulvi

"L'azzardo ti azzanna", Annalisa Fulvi dipinge contro il gioco patologico

Al Sonica festival di Mandello l'artista ha dipinto un pannello per il progetto finanziato dall'Asl; sarà esposto nei luoghi più sensibili.

Continuano le iniziative del progetto "L'azzardo ti azzanna" con cui il Servizio prevenzione e cura nuove dipendenze dell'Asl di Lecco vuole richiamare l'attenzione sui rischi del gioco d'azzardo.


Dopo il flash mob presentato alla Sagra delle sagre, anche il Sonica festival di Mandello ha ospitato l'iniziativa: la pittrice Annalisa Fulvi ha realizzato sul posto un pannello raffigurante una testa di tigre accompagnata dallo slogan che dà il nome al progetto, mentre gli operatori dell'Asl e dell'Associazione Il Gabbiano distribuivano materiale informativo ai passanti incuriositi. 


“Abbiamo cercato di utilizzare un mezzo di comunicazione di massa come la street art per riuscire a sensibilizzare i cittadini e informarli sui possibili rischi del gioco d’azzardo. Non dobbiamo dimenticare che l’Italia è il primo Paese in Europa per spesa pro capite  sul gioco d’azzardo e una ricerca nazionale riferisce che i problemi con il gioco d’azzardo coinvolgano circa il 2,75% della popolazione. Anche i dati del nostro territorio confermano la diffusione del problema” spiega Damaris Rovida, responsabile del Servizio prevenzione e cura nuove dipendenze dell’Asl. "“Un ringraziamento va alla giovane pittrice e agli organizzatori della manifestazione che ci hanno ospitato a Mandello per la loro disponibilità a collaborare con noi”.


Il progetto "L'azzardo ti azzanna" fa parte del Piano di prevenzione 2014 finanziato da Regione Lombardia a cui aderiscono enti accreditati e associazioni che nel territorio si occupano a vario titolo del gioco d’azzardo e che ha come scopo quello di sensibilizzare e informare la popolazione sul problema; il pannello relizzato da Annalisa Fulvi verrà ora utilizzato per altre iniziative informative e di prevenzione: a questo scopo, sarà probabilmente esposto in luoghi sensibili,come l'atrio dell'Asl e l'ospedale,  come messaggio per richiamare l’ attenzione sul problema.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento