rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
publisher partner

Il ruolo chiave della prevenzione: l’analisi genetica predittiva per la valutazione del rischio di sviluppare un tumore

In un contesto globale in cui i tumori rappresentano una sfida significativa per la salute, la prevenzione assume un ruolo centrale

La prevenzione resta lo strumento fondamentale per la lotta a patologie complesse come i tumori, in grado di incidere sulla diminuzione dei tassi di mortalità.

In ambito oncologico in particolare, riveste sempre più importanza il concetto di prevenzione personalizzata, che mette al centro il ruolo di fattori di rischio individuali, ambientali e comportamentali, ma anche genetici.  

La prevenzione passa attraverso una corretta informazione: tumori e mutazioni

Che cosa sono i tumori? Si tratta di patologie causate da una crescita incontrollata di cellule. In sostanza, i meccanismi che regolano il processo di crescita cellulare smettono di funzionare. Come mai? Perché i relativi geni di riferimento hanno accumulato nel tempo una serie di errori chiamati “mutazioni”.

Alcuni tumori, in particolare – si stima all’incirca il 10-15% del totale – sono riconducibili a mutazioni genetiche, ovvero presenti sin dalla nascita e trasmissibili ai propri figli. Negli ultimi anni, l’evoluzione della scienza medica ha sviluppato sofisticati test molecolari con funzione diagnostica per individuare questi fattori di rischio di natura familiare-ereditaria.

Il ruolo chiave della prevenzione

Cab Polidiagnostico –  eccellenza medica in Brianza con 40 anni di storia alle spalle –, grazie alla collaborazione con professionisti di prim’ordine nel campo della genetica oncologica ha avviato un Ambulatorio all’avanguardia dedicato alla prevenzione dei tumori e basato sull’analisi genetica predittiva.

Il primo accesso all’Ambulatorio Cab prevede una accurata visita di consulenza per valutare l’eventuale aumentato rischio di tumore legato sia allo stile di vita sia ad una eventuale componente ereditaria. Questa visita – denominata Risk Assessment – è effettuata da Irene Feroce, Genetic Counselor Sr. presso la Divisione di Prevenzione e Genetica Oncologica dell’Istituto Europeo di Oncologia, IEO, di Milano. Durante la visita, lo specialista acquisisce dal paziente informazioni individuali e sulla famiglia e, dopo un’accurata analisi dei dati anamnestici, valuta la necessità di un test genetico.

Tramite questo test genetico predittivo, Cab offre la possibilità di verificare se si è portatori di mutazioni che aumentano il rischio di sviluppare, nel corso degli anni, patologie tumorali. Scoprire di essere predisposti a rischio di tumore dà al paziente l’opportunità di intraprendere percorsi di prevenzione personalizzati che sono fondamentali per aumentare la probabilità di identificare precocemente segnali di malattia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LeccoToday è in caricamento