menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

AIA, il fischietto internazionale Daniele Orsato in visita

Di ritorno dal match arbitrato a Firenze, l'arbitro di Schio ha parlato di fronte ai tesserati lecchesi prima della sgambata tenutasi al "Rigamonti-Ceppi"

Una platea da grandi occasioni ha accolto Daniele Orsato lunedì 26 ottobre presso l’Associazione Italiana Arbitri di Lecco dove l’arbitro internazionale ha tenuto una partecipatissima riunione tecnica, di ritorno da Firenze dove aveva diretto domenica il big match tra Fiorentina e Roma, era giunto in città nel pomeriggio per effettuare una seduta di allenamento con i giovani arbitri lecchesi: ad accoglierlo, oltre al presidente dell’Associazione Romeo Valsecchi, vi erano anche il presidente della Calcio Lecco Evaristo Beccalossi e il patron Daniele Bizzozero, che hanno messo sin da subito a disposizione degli arbitri lo stadio "Rigamonti-Ceppi".

Al termine della sgambata con tutti i fischietti lecchesi è andato in scena un piacevole siparietto con uno scambio di divise tra Daniele Orsato e la Calcio Lecco 1912.
“Voglio ringraziare innanzitutto Daniele Orsato per la disponibilità che ha mostrato sempre verso la nostra sezione; i colleghi sono stati entusiasti sia dell’allenamento che della riunione, vi è stato sempre un clima disteso, ma di massima attenzione. Vogliamo inoltre ringraziare la Calcio Lecco 1912 nelle persone di Beccalossi e Bizzozero per averci permesso di accogliere Orsato nella bellissima cornice del “Rigamonti-Ceppi”, il commento del presidente Valsecchi.

La serata è stata costellata dalla visione di diversi filmati con cui Orsato ha saputo interagire attivamente con i colleghi lecchesi, aiutandoli a capire come affrontare al meglio diversi eventi che si verificano sul terreno di gioco. “Preparazione atletica e regolamentare, abbinate ad una conoscenza delle squadre e dei calciatori più problematici vi aiutano a gestire in maniera più semplice la gara - si è spiegato l'internazionale - non esiste lavoro al mondo, se non il nostro, dove una persona è chiamata a prendere importanti decisioni in una frazione di secondo; per questo motivo è normale che si possano commettere degli errori, ma quel che conta è sempre essere credibili e accettati” e ha infine concluso “mi rivolgo soprattutto ai nuovi arbitri e a quelli che lo diventeranno a breve: non smettete mai di credere di poter arrivare in alto, non è impossibile, basta lavorarci giorno per giorno, correggere gli errori, ma soprattutto frequentare la sezione dove il confronto con gli altri è fondamentale per il proprio percorso di crescita; da qui si parte e qui si ritorna, non dimenticatelo mai”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento