menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Antonio Rossi sostiene Roma 2024: «L'Italia deve crederci»

Il tre volte campione olimpico loda l'impegno del Coni: «Un'opportunità da sfruttare»

Un progetto affascinante, che rilancerà lo sport in Italia, rivaluterà il nostro Paese nel mondo e avrà un impatto positivo sull'economia nazionale.

Roma ha presentato il progetto per la candidatura a ospitare i Giochi olimpici del 2024: un investimento piuttosto contenuto di circa 6 miliardi di euro, una ricaduta positiva sul Pil annuo dello 0,4%, oltre 170.000 nuovi posti di lavoro. Il presidente del Coni Giovanni Malagò e il presidente del Comitato promotore Luca Cordero di Montezemolo hanno illustrato il progetto non lesinando le suggestioni che solo Roma, la città eterna, può evocare. Ma soprattutto hanno sottolineato la sostenibilità della candidatura.

Chi di Olimpiade se ne intende, dall'alto dei suoi tre ori (e complessive cinque medaglie) conquistati in acqua, sulla sua canoa, è Antonio Rossi, che sostiene il sogno italiano di Roma 2024.

«Abbiamo un bel progetto e a livello di comunicazione è stato lanciato nel migliore dei modi - spiega il rappresentante degli atleti nel Consiglio nazionale del Coni - Malagò e Montezemolo stanno facendo le cose in grande, a differenza della candidatura del 2012. Il Villaggio olimpico a Tor Vergata sarebbe il fiore all'occhiello, così come i vari parchi olimpici nel cuore della città».

L'assegnazione è prevista per il 13 settembre 2017 e fino ad allora Roma farà di tutto per sostenere la propria candidatura. Le rivali sono Parigi, Los Angeles e Budapest, ma anche le difficoltà vissute dal Comune di Roma.

«Certo, la notizia del buco di bilancio non aiuta - continua Rossi - Dovrà essere lo Stato a credere nell'Olimpiade italiana. Roma è Roma e non c'è uno scenario migliore per i Giochi, da questo punto di vista non c'è confronto con le altre città se non, in maniera minore, Parigi. Abbiamo l'eccellenza e questo aiuta, perché chi non ce l'ha è penalizzato. L'auspicio - prosegue Rossi - è di escludere Los Angeles alla prima votazione, per poi conquistare voti tra i membri del Cio che sostengono la candidatura americana. Roma deve crederci e deve crederci tutto il Paese».
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento