menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Impresa del Basket Costa, promosso in serie A2 femminile

Le biancorosse raggiungono lo storico obiettivo con quattro giornate di anticipo. Il presidente Ranieri e il team manager Teli raccontano i segreti del successo.

Il Basket Costa per l’Unicef riscrive la propria storia. La società cestistica brianzola ha colto la promozione in serie A2 femminile con quattro giornate di anticipo, realizzando una grande impresa. Decisiva la sconfitta della rivale Castelnuovo Scrivia con Canegrate, che ha reso una grande festa il match biancorosso con Usmate. 

Soddisfazione enorme per l’ottimo coach Gabriele Pirola e un roster formato per dieci dodicesimi da giocatrici del vivaio. 

«Era il nostro obiettivo vista la composizione della rosa e le avversarie che avevamo nel girone - spiega Augusto Teli, storico team manager - La squadra ha dimostrato di essere forte e soprattutto un grande gruppo in cui le giovani e l’unica vera veterana, Mara Maiorano, si sono subito integrate. Fondamentale anche il lavoro della società e dell’allenatore Pirola, miglior tecnico della categoria».

Per Teli, da dieci anni al Costa, è il momento più bello di una lunga esperienza. «Fui protagonista già nel 2007 di una promozione dalla B regionale alla B nazionale, ma questo rappresenta il punto più alto. Le ragazze hanno dato un bell’esempio ai tanti atleti del nostro vivaio. Abbiamo più di 350 tra ragazzi e ragazze da cui piano piano attingiamo per la prima squadra: l’attenzione al settore giovanile è il nostro punto di forza».

Il presidente Fabrizio “Bicio” Ranieri racconta le ultime concitate settimane. «Il momento più difficile è stata la prima giornata della fase a orologio, quando siamo stati sconfitti in casa da Castelnuovo Scrivia perdendo anche un po’ di sicurezza. Ma all’interno dello spogliatoio abbiamo subito cercato di ricompattare ambiente e morale, tornando in breve a esprimerci ai nostri livelli - spiega - Durante la stagione tutte hanno dato il proprio contributo, allargando le rotazioni e facendo anche fronte a diversi infortuni. L’anno prossimo vogliamo consolidare la nuova categoria, senza ambizioni di vertice ma conoscendo bene la A2 e salvandoci senza assilli. Restiamo con i piedi per terra e continuiamo a lavorare con i giovani, con cui anche quest’anno stiamo ottenendo ottimi risultati, e con l’attuale staff tecnico che è assolutamente confermato».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento