Venerdì, 24 Settembre 2021
Sport Costa Masnaga / Via Giuseppe Verdi

Basket Costa, la favola delle gemelle Villa porta un nuovo importante sponsor

Il colosso delle minerali Acqua San Bernardo, vicino al territorio lariano, accoglie la ricerca di sponsor della società brianzola. «Stregati dalla bella storia di Eleonora e Matilde»

Importante colpo della Limonta Costa Masnaga per concludere la tribolata stagione 2020/21, che vede la prima squadra biancorossa impegnata nel campionato di Serie A1. Non si tratta di un colpo di mercato, quanto di un rinforzo fuori dal campo.

Acqua San Bernardo, colosso delle minerali e da sempre vicino allo sport, risponde infatti presente all'appello lanciato dalla società brianzola, a caccia di sponsor per concludere una stagione tanto impegnativa e caratterizzata dalla crisi dovuta al Covid-19.

Basket Costa, canzone e raccolta fondi per autofinanziarsi durante l'emergenza

Il legame parte da lontano: il direttore generale Antonio Biella fa parte di una famiglia lariana protagonista del mondo beverage da oltre un secolo. «Siamo vicini al Costa Masnaga da tempo, realtà sportiva di cui Acqua San Bernardo era già sponsor tecnico - spiega - Ora abbiamo scelto di rispondere "presente" alla ricerca di sponsor, anche perché siamo innamorati della storia delle sorelle Villa. Matilde ed Eleonora hanno solo 16 anni, ma si sono già fatte notare, specialmente Matilde. Questa è una bella storia, scritta in provincia da ragazze, atlete, sorelle, che nell'anno in cui la pandemia ha tolto fiato allo sport, fanno sognare il giorno in cui riapriranno i palazzetti».

Per Acqua San Bernardo si tratta della conferma di un impegno nello sport che la vede già protagonista nel basket, nel volley, nella pallapugno, nel calcio maschile e femminile, nel golf e nell’atletica, ma anche sponsor di grandi eventi come la "Deejay Ten" e la "Beach Volley Marathon".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket Costa, la favola delle gemelle Villa porta un nuovo importante sponsor

LeccoToday è in caricamento