menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Tritto e Meroni ©Mazzoleni/LeccoToday

Tritto e Meroni ©Mazzoleni/LeccoToday

Basket Olginate, coach Tritto: "Playoff obbiettivo da centrare"

Non sono passati sette mesi dal sua abbandono della provincia lecchese ed eccolo di ritorno con l'obiettivo di portare la NP Olginate ai play off. Stiamo parlando di Antonio Tritto allenatore del Basket Lecco nella seconda parte della stagione 2012/2013, per poi non essere confermato dal Presidente Tallarita.

?Olginate lo ha chiamato in sostituzione di Marzio Puglisi che, secondo la Dirigenza, non sarebbe stato in grado di raggiungere l'obiettivo play off, a Tritto spetterà il compito di risollevare le sorti della NP Olginate, ma di certo lui non è uno che si ferma di fronte alle prime difficolità.

Lo abbiamo incontrato all'inizio del suo primo giorno di allenamenti: "Ho avuto subito una buona impressione - attacca il coach - una Società con un progetto ben preciso. Quando si cambia allenatore il gruppo è sempre motivato e bisogna cogliere al volo questo momento".

Ad Olginate ha ritrovato Meroni, come lo vede? "Un pò giù di forma, è già un pò lavativo di suo e quindi bisogna spingerlo, motivarlo e farlo allenare".

La Società le ha dato un obiettivo? "Andare ai play, tutto qui!".

Poi è il turno di Leonardo Meroni, uno che Tritto lo conosce bene visto che con lui ha fatto mezza stagione nel 2013.

Come va ad Olginate? "Siamo partiti bene, poi abbiamo avuto un calo clamoroso perdendo 4 partite su 5. Adesso è tornato Tritto, così come accadde a Lecco lo scorso anno. Mi piace come allenatore e sono contento che sia arrivato, anche se sono dispiaciuto per l'abbandono di Puglisi"

Tritto ti ha visto e dice che sei un pò giù di forma:  "Non che è che prima non ci si allenasse (ride, n.d.r.) anzi gli allenamenti erano intensi, ma Tritto è abituato ad allenare in alto e ci fa correre come professionisti ed io non sono più abituato a quei livelli d'intensità. Non è vero che siamo dei cadaveri, ma il coach pretende delle cose come se fossimo giocatori di B2. Comunque ci tengo a precisare e smentire tutte le voci che dicevano che fossi stati io a far tagliare Marzio Puglisi, non è assolutamente vero. Io mi trovavo bene con lui ed è stata una decisione della Società ed io in questo non c'entro nulla. Penso che con la scelta di Tritto la Società abbia voluto dare una scossa per puntare ai play off."

?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento