menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Basket, NPOlginate vince la gara infinita con Somma

Servono due supplementari ai bianconeri per avere ragione degli ospiti

Al PalaRavasio la partita si tinge di giallo con NPO che, causa un opaco primo quarto, rincorre i varesini per 30’ e poi si vede raggiunta al 40’ da un canestro alquanto fortunoso ed al termine del primo supplementare due fischi alquanto dubbi rimandono la vittoria per NPO e si va ad un altro supplemenatre. Nel secondo extra time Somma tenta la fuga arrivando sul +5 ma, come all’andata, si dimenticano che NPO non molla mai e vengono puniti dal CUORE NPO che sino al 50’ batte forte e così Olginate si aggiudica con merito l’incontro.

Come dicevamo Somma gioca una grande prima frazione sulla spinta della coppia Aglio e Castagnetti che aprono il match con due triple per poi mettere a segno nella frazione ben 16 punti dei 19 di squadra.

NPO arranca e non riesce ad andare in ritmo ed al 5’ si trova sotto 2-10 per poi sprofondare al max svantaggio 6-17 con Meregalli che si scaviglia e va dritto in infermeria. Parziale che viene accorciato nell’ultimo giro di orologio dalla coppia Tavola – Casati Andrea che fisono l’11-19.

Nel secondo quarto Olginate cambia marcia e dopo 2’ mette a segno un pesantissimo break di 8-0 costruito sulle due triple di Tavola e Zambelli e quando Casati Andrea segna la partita torna in parita’ sul 19-19. Coach Crugnola chiama minuto ma l’inerzia dell’incontro e’ cambiata ed al 19’ con Bassani dalla lunetta arriva il primo vantaggio 28-27. Ultime azioni tutte a favore di Aglio versione M. Jordan capace di mettere a segno 17 punti nel solo primo tempo e con altri 2 canestri da’ ossigeno ai suoi che allungano prima del riposo lungo per il 28-32.

Un primo tempo con tanto agonismo in campo ma anche con tanti errori al tiro, Olginate tira col 28% dal campo mentre Somma fa leggermente meglio con un 30%.

Nella terza frazione gli errori al tiro proseguono tanto che al 27’ il punteggio e’ bloccato su un misero 32-36, ovvero parziale di 4-4.

Ma come spesso accade con questi giocatori in campo basta una scintilla e l’incontro si accende con Milan che scarica una tripla e con Hudson che risponde e si sblocca. Pensate che sino a quel momento il giocatore americano era fermo al misero bottino di 2 punti. La terza sirena sul 39-42 fa presagire un finale molto incerto.

Come nel secondo quarto NPO parte convinta ed il secondo sorpasso dell’incontro giunge con il canestro di un positivo Andrea Casati al 32’ sul 43-42. Bracci risponde ma un incontenibile Diego Tavola mette l’ennesima tripla, (finira’ con 16 punti e 4/5 dall’arco) per il +4. La partita prosegue fino al 38’ con NPO GORDON che conduce col minimo vantaggio per poi subire il controsorpasso da parte di Castagnetti a cui il solito Tavola non si fa pregare e mette un’altra tripla del 57-55.

Nell’unltimo possesso Zambelli & co gestiscono male la palla concedendo 9” di possesso agli avversari ma con a disposizione due falli da spendere che fanno arrivare Hudson col fiatone per l’ultimo tiro e ne esce un air ball che si tramuta in un beffardo assist per il croato Filic che sigla il pareggio. Canestro che ha il sapore della beffa per i lecchesi.

Si torna a giocare e Milan dimostra di non essersi scoraggiato mettendo a segno una tripla a cui dopo una manciata di secondi Navarro ricambia sempre dall’arco. Olginate sembra avere la forza di aggiudicarsi l’incontro e per tutto il supplementare mantiene la testa avanti. A 44” dal gong finale sembra fatta quando Andrea Casati segna il 65-62, ma a questo punto entra in scena Mr Hudson il colored tutto fare capace di segnare una tripla con mani in faccia per il pareggio. Rimangono 3” Filic frana addosso ad un giocatore lecchese ma la coppia arbitrale non se la sente di fischiare e preferendo di rimandare il tutto al secondo supplementare.

Questa volta l’inerzia della partita passa nelle mani di Somma e soprattutto di Husdson che decide di giocarsela da solo nel bene e nel male; chiudera’ con 25 punti con 9/25 dal campo, 8 assist e 26 di valutazione. I varesini allungano ed al 48’ sul 69-74 Filic sbaglia in contropiede un facile appoggio proprio mentre Hudson si scontra con l’arbitro Castellano che rimane a terra e dopo 5’ di sospensione della partita rimarra’ a bordo campo con il secondo arbitro Molteni che proseguira’ a dirigere la partita da solo (bravissimo).Olginate riordina le idee e le batterie e mentre Somma pasticcia, Riva segna in tap-in, Zambelli mette la bomba del 74-74 per poi effettuare una gran difesa su Navarro che spreca e nel ribaltamento resuscita Meregalli, che da qualche minuto coach Tritto l’aveva ributtato nella mischia, mettendo la piu’ tipica delle triple del 77-74 con 21” da giocare.

Hudson oramai monopolizza tutti i giochi dei suoi e dopo aver sbagliato la prima tripla mette a segno il secondo tentativo per il 78-77 a 5”. Fallo sistematico su Zambelli che non sbaglia sancendo 80-77 e vittoria finale.

Come potete immaginare una partita non splendida tecnicamente ma che sotto l’aspetto delle emozioni rimarra’ a lungo impressa ai tifosi Olginatesi.

Come evidenziato da Coach Tritto questa vittoria e’ arrivata grazie ad aver ritrovato le profonde rotazioni e non acaso il 50% dei punti sono arrivati da chi e’ partito dalla panchina.

Archiviato l’incontro odierno si volta pagine e domenica prossima alle ore 18,00 sempre al PalaRavasio, assisteremo al quarto derby della stagione contro Calolzio per una appassionante sfida in cui Calolzio si gioca tutto per conquistarsi un posto Play Off e Olginate per confermarsi al secondo posto.

Tabellini:

NPO GORDON OLGINATE – NELSON SOMMA: 80 - 77 dts 2 (11-19; 28-32; 39-42; 57-57; 65-65)

NPO GORDON OLGINATE: Zambelli 13, Valsecchi ne, Meregalli 5, Tavola 16, Casati Luca (Cap) , Bassani 12, Beretta 6, Milan 7, Riva 8, Casati Andrea 13, All. Tritto Antonio

NELSON SOMMA: Maffezzoli 1, Hudson 25, Padova, Azzimonti ne, Galli ne, Corona Navarro 8, Bracci 4, Filic 2, Castagnetti 15, Aglio 22 All. Crugnola

Arbitri: Sigg. Castellano; Molteni

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento