Sport

Pugno in faccia al giocatore avversario: calciatore lecchese nella bufera

Matteo Bonacina (Cisanese) è accusato di aver colpito al volto Manuele Sorti, giocatore del Villa D'Almè Valbrembana

Manuel Sorti, giocatore della Trevigliese, dopo esser stato colpito da Matteo Bonacina (calciobresciano.it)

E' una brutta vicenda destinata a far parlare quella che vede coinvolto Matteo Bonacina (29), centrocampista della Cisanese (Eccellenza) accusato di aver colpito al volto con un pugno l'avversario Manuele Sorti (31), trequartista del Villa D'Almè Valbrembana

Come riportato da calciobresciano.it, infatti, il giocatore lecchese si è reso 'protagonista' del gesto sul finire della gara disputatasi domenica (3-3 il finale, ndr). A spiegare la vicenda è stato lo stesso bergamasco al portale: "ho ricevuto un pugno dritto in faccia, in modo vigliacco. Sono finito in ospedale, ma ora sto meglio."

A scatenare l'ira dei giocatori della Cisanese è stato un rigore assegnato e trasformato oltre tempo massimo, convalidato dall'arbitro nonostante la parata di Luciano. Una scelta controversa di Pileggi"che ha allucinato pure noi - spiega ancora Sorti - mentre stiamo tornando a centrocampo Commisso e Bonacina corrono verso di me, intimandomi di dire che non era gol. Io rispondo a tono, affermo che non posso farci niente, che l'arbitro ha deciso così e che non posso io tesserato mettermi contro la società e i miei compagni. Pochi istanti dopo, Bonacina mi colpisce. Mi stende a terra, perdo i sensi. Entra il nostro massaggiatore che mi soccorre, mi tira fuori la lingua dalla gola, mi fa rinvenire. Da lì mi portano di peso sull'ambulanza che nel frattempo era arrivata. Abbiamo un video che testimonia tutto."

Il dopogara porta le scuse della Cisanese: "Prima di partire, tre giocatori della Cisanese - Aldegani, Adiansi e Scaldaferro - assieme al loro dg, Franco Forliano, mi raggiungono per scusarsi e per sincerarsi delle mie condizioni. Attenzione però, perché lo stesso dg poche ore più tardi riferirà al suo ds, Giuseppe Nervi, quanto accaduto nella partita, minimizzando l'episodio che mi riguarda e accentuando le questioni arbitrali; di conseguenza Nervi - che nemmeno era presente alla partita - scriverà il pezzo per Bergamo&Sport (corretta in data odierna, ndr) in modo totalmente inesatto."

La vicenda non si concluderà a breve: "Abbiamo già inoltrato la domanda in Federazione per avere il permesso di denuncia. Devo passare da loro, se no rischio la squalifica. Appena mi arriverà la risposta, mi attiverò per portare Bonacina in tribunale".

"La tensione del finale della partita di ieri tra Villa d'Almè e Cisanese ha distolto l'attenzione dalla circostanza che il giocatore del Villa d'Almè, Manuele Sorti, nel dopo gara abbia dovuto sottoporsi ad un controllo medico in ospedale. Abbiamo poi saputo in serata che il giocatore è stato dimesso e siamo lieti di questa notizia. Formuliamo i migliori auguri a Manuele, affinchè la sua piena guarigione sia rapida e che possa tornare al più presto in campo.?" è il comunicato stampa diramato dalla Cisanese.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pugno in faccia al giocatore avversario: calciatore lecchese nella bufera

LeccoToday è in caricamento