menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La festa dei giocatori sotto i tanti tifosi arrivati ad Olginate per l'ultimo atto della stagione

La festa dei giocatori sotto i tanti tifosi arrivati ad Olginate per l'ultimo atto della stagione

Calcio, Caraffa manda il Lecco in paradiso! Olginatese in Eccellenza

Le reti di Cannataro, Ronchi e del centravanti permettono ai blucelesti di avere ragione dei bianconeri, cui non bastano le marcature di Brognoli e Mara.

Primo tempo - Bertolini, che ha tutti a disposizione, si affida al solito 4-3-3 e sceglie la qualità di Locatelli alla velocità di MeuergueCorti, alle prese con la defezione importante di Rossi, rispolvera Mara e conferma Carlone accanto a Narducci. Il play è Brognoli. Ed è proprio il "10" di casa a trovare subito il varco buono: al 6' il centrocampista converte in gol una punizione dai venti metri con un bel calcio sopra la barriera che lascia di stucco Salvatori. L'Olginatese è ovunque nei primi venti minuti, ma l'inerzia della gara cambia velocemente: al 22' Caraffa viene steso da Menegazzo in area di rigore, sul dischetto ci va Cannataro che trasforma un penalty che risulterà essere il vero e proprio spartiacque della gara. I blucelesti sono aggressivi, stanno meglio fisicamente ed escono bene alla distanza, i padroni di casa si salvano sempre con degli interventi negli ultimi venti metri. Il gol è nell'aria, anche se nella prima frazione non succede sostanzialmente nulla di importante.

Secondo tempo - La ripresa, invece, offre subito degli avventimenti di rilievo: al 6' Dejori colpisce la traversa da due passi, al 10' Ronchi si mette in proprio e, complice una deviazione sfortunata di un bianconero, batte Celeste con una conclusione in diagonale dalla destra. L'Olginatese si dimostra comunque una bestia nera sui calci piazzati: al 12' un'azione confusionaria di calcio d'angolo porta la palla sui piedi di Mara che, da due passi, fredda Salvatori. In questo caso l'inerzia della gara non cambia: Cannataro, Malvesiti, Caraffa e Ronchi continuano ad essere un'iradiddio nelle zone di competenza, nel complesso il collettivo si dimostra preciso in ambo le fasi di gioco, transisioni comprese. Karamoko protesta giustamente per un rigore non assegnato (18'), poi l'intensità cala, Cannataro deve abbandonare la battaglia per un fastidio muscolare e tutto fa pensare che si andrà ai supplementari. Ma non sarà così, giustamente. Si, perchè prima Celeste trova un miracolo su una volèe di Marcone, poi esce a valaga, ma regolarmente, su Meyergue, poi guarda la conclusione perfetta di Caraffa andare a insaccarsi alle sue spalle a un amen dalla fine. Al triplice fischio Bertolini si inginocchia, poi corre sotto la sua Curva con i suoi ragazzi, si batte la mano sul cuore, viene festeggiato al centro del campo e negli spogliatoi. Gli toccherà una scarpinata dal centro di Lecco al Resegone, ma ne varrà la pena.

Guarda le foto della partita

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

Lecco: lunedì 10 aprono le prenotazioni dei vaccini per la fascia 50-59 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento