menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il rigore su Romano, episodio che ha cambiato il match tra Sondrio e Lecco

Il rigore su Romano, episodio che ha cambiato il match tra Sondrio e Lecco

Calcio, che show tra Sondrio e Lecco alla "Castellina": vincono i blucelesti (tra le polemiche)

Apre Bugno, poi nella ripresa succede di tutto: la doppietta di Speziali riporta sopra il Sondrio, ma i subentrati Corteggiano, França (rigore contestato) e Romano ribaltano la gara. Lecco di nuovo secondo

Ci siamo lungamente chiesti quando la panchina della Calcio Lecco 1912 avrebbe dato il contributo tanto aspettato: ad oggi, infatti, si ricorda il solo ingresso di Vignali alla prima giornata contro la Varesina come decisivo ai fini del risultato. Questo pomeriggio, a Sondrio, mister De Paola ha finalmente potuto prelevare i tre punti direttamente da coloro che hanno iniziato il match al riparo dal gelido vento che ha spazzato la "Castellina": i cognomi sono quelli di CorteggianoFrança e Romano e sei primi due casi parliamo di giocatori affermati nonchè fondamentali, nel terzo ci ritroviamo di fronte all'ennesima rinascita di un 19enne che ancora deve infilarsi in testa di poter dare sempre questo tipo di apporto alla squadra. Il premio per la vittoria è abbastanza magro e sta nell'aver ritrovato il secondo posto solitario dopo la rocambolesca sconfitta patita dal Seregno a Ponte San Pietro, che non nobilita il campionato ma quantomento restituisce un po' di splendore a un torneo annebbiato dall'invincibile e ancora vittorioso Piacenza.
Se il Lecco ha trovato la chiave per vincere la gara tra le riserve, mister Bertolini deve mangiarsi le mani per aver visto i suoi ragazzi buttare via una partita disputata con animo e generosità da vendere nonostante le tante assenze, ribaltata dal rientrante Speziali e quasi ripareggiata anche in dieci.
A "risolvere" la contesa è stata anche la decisione presa dal sig. Meraviglia a cinque minuti dalla fine: quel rigore assegnato ai blucelesti è dubbio. da "più si che no", ma con ogni probabilità a De Tommaso e al Sondrio si poteva risparmiare la beffa dell'espulsione.
La gara nel finale è scivolata via tra i calcioni in campo e i "Piacenza Piacenza" gridati a gran voce dai tifosi biancoazzurri, feriti dal risultato avverso, che dovranno stare vicini ai loro ragazzi in campo, ben lontani dall'essere morti nonostante la classifica impietosa. Il Lecco, dal canto suo, rimane il solito cantiere aperto: troppo sbilanciata la squadra verso l'attacco, ma quando si vince, lo diciamo sempre, tutto passa in secondo piano.

LA CRONACADe Paola ritrova Baldo al centro del campo e Lazzarini in porta, Redaelli sostituisce lo squalificato Pergreffi in difesa mentre bomber França riparte dalla panchina dopo un mese e undici giorni di assenza. Bertolini nel suo 4-2-3-1 deve invece rinunciare a PoncettaSpezialeBrandi e Mostacchi, con Spaggiari numero "20" perchè non al meglio: la fascia va sul braccio dell'unica punta Della Cristina.
Passano cinque minuti dal fischio iniziale e proprio Della Cristina ci prova con una conclusione da fuori ma Lazzarini blocca a terra. Come spesso è accaduto, il Lecco in trasferta concede metri alle spalle dei difensori e viene preso in contropiede: nascono da queste situazioni i tiri di Crea (5'), Speziali (9') e Stefano Locatelli (11'), che non fanno male ma comunque danno carica a un ambiente che lo è già di suo. I blucelesti un po' alla volta riescono comunque a prendere in mano il gioco e, come spesso hanno fatto, passano alla prima conclusione: Bugno si scancia sulla sinistra e con il piede preferito fulmina il colpevole De Tommaso. Il Sondrio si getta così in avanti per trovare il pari, concedendo a sua volta il contropiede al Lecco che però è troppo molle quando ribalta l'azione e attacca gli spazi: la partita rimane così in bilico sino al duplice fischio arbitrale.

La ripresa si apre subito alla grandissima per i padroni di casa, che trovano il pareggio con Speziali lanciato a rete da Locatelli anche grazie alla dormita della difesa bluceleste. Il tourbillon di emozioni non è che appena iniziato: prima Vignali trova un attento De Tommaso sulla sua girata di testa (12'), poi è ancora Speziali a portare sopra il Sondrio grazie a un tap-in facile facile dopo un'uscita disperata di Lazzarini (16'). A questo punto De Paola inserisce anche Corteggiano e la parita cambia: al 31' Meyergue sfonda a destra, centra per Cardinio che conclude ma trova una deviazione, sulla palla vagante arriva di gran carriera l'italo-argentino che batte imparabilmente il portiere con un bel diagonale. Il Lecco si rianima, spinge e crea i presupposti migliori per vincere la gira a cinque minuti dal termine, quando Cardinio lancia Romano in area e De Tommaso lo stende in uscita: il portiere prende un po' tutto, ma per l'arbitro non ci sono dubbi e lo espelle dopo aver assegnato il rigore. Dal dischetto va Carlos França, che batte il subentrato Fascendini e si porta a quota 13 in classifica marcatori. I padroni di casa sono però tutt'altro che morti e lo dimostrano allo scoccare del 90': Stefano Locatelli scappa sulla sinistra e centra per l'ex Mattia Locatelli, la cui conclusione dal dischetto è però da dimenticare e finisce alle stelle. Non è così magnanimo Romano sul ribaltamento di fronte: Cardinio va via sulla sinistra, crossa per França che viene contrastato di testa, la palla finisce al giovane esterno che con il destro la mette sul palo più lontano: è la cornice su una prestazione da tanto tempo attesa.

Sondrio Calcio (4-2-3-1): De Tommaso 5; Martinelli 6, Frigerio 6, Fiorina 6,5, Della Mina 6; Locatelli S. 6,5, Buzzella 6 (dal 39' s.t. Fascendini M. s.v.); Speziali 7,5 (dal 34' s.t. Secchi s.v.), Crea 5,5 (dal 39' p.t. Turati F. 5,5), M. Locatelli 5,5; Della Cristina 6. A disposizione: Rinaudo, Ronzoni, Fascendini A., Codega, Scaramellini, Spaggiari. All. Alberto Bertolini 6.

Calcio Lecco (4-3-3): Lazzarini 6; Meyergue 5,5, Turati 5,5, Redaelli 5,5, Bugno 6; Di Gioia 6,5, Baldo 5,5 (dal 21' s.t. Corteggiano 7), Vignali 6; Ronchi 5 (dal 28' s.t. Romano 7), Joelson 5 (dal 10' s.t. França 7), Cardinio 5,5. A disposizione: Tognazzi, Barzaghi, Fratus, Rigoni, Rigamonti, Colombo. All. Luciano De Paola 6,5.

Arbitro: Francesco Meraviglia di Pistoia (Vitalie Berestean di Verona e Stefano Faccioni di Legnago).

Marcatori: Bugno (L) al 24' p.t.; Speziali (S) al 1' s.t. e al 16' s.t.; Corteggiano (L) al 31' s.t.; França (L) rig. al 41' s.t.; Romano (L) al 47' s.t.

Note: giornata gelida e ventosa; terreno ghiacciato; spettatori: 600 circa; ammoniti: Fiorina, Locatelli S. (S) e Meyergue, Cardinio, Turati (L); espulso De Tommaso (S) al 40' s.t. per fallo da ultimo uomo; angoli: 0-8; recuperi: 1' nel 1° t. e 4' nel 2° t.

Immagini in collaborazione con www.leccochannelnews.it

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento