Calcio giovanile, in 700 in campo con la Polisportiva Monte Marenzo ricordando Cannavò

Successo per il torneo proposto dall'associazione guidata da Caroli e Fontana. Vince l'Albinoleffe, premio fair play al Lecco

Va in archivio un'altra edizione di successo del Memorial Candidò Cannavò, proposta dalla Polisportiva Monte Marenzo per l'undicesimo anno consecutivo e unita al secondo trofeo Daniele Redaelli. Ben 700 ragazzi per un totale di 65 squadre sono scese in campo onorando il ricordo dei gue grandi giornalisti sportivi e il calcio. Goal, fair play, schemi, tiri al pallone, tannto impegno e divertimento.

Alla fine la coppa più importante, quella di vincitori assoluti, è stata alzata dagli esordienti dell'Albinoleffe, mentre la Calcio Lecco si è aggiudicata il titolo di miglior squadra per fair-play (nella foto in apertura i giovani blucelesti con Valeria Redaelli, figlia del giornalista Daniele). Lorenzo Carta è stato invece premiato come miglior giocatore dai famigliari e dagli amici di Fabio Valsecchi. Alla cerimonia finale per la consegna delle coppe è intervenuto anche il sindaco di Monte Marenzo Paola Colombo.

Monte Marenzo, lettera aperta la presidente della Regione: «Troppa e inutile burocrazia per i disabili»

«Sei le categorie in campo: dai Primi calci (nati nel 2011), fino agli esordienti (nati nel 2006) - ricorda Renato Caroli, presidente della Polisportiva Monte Marenzo - Abbiamo attribuito numerosi riconoscimenti alle squadre e ai calciatori. Questi tornei sono fondamentali per la comunità e le famiglie. Creano aggregazione, vero tifo, condivisione e spirito d’iniziativa. Un buon banco di prova per i cittadini di domani che oggi si sfidano su un campo di calcio».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soddisfatto per l'ottima riuscita del torneo il responsabile della Polisportiva Area Sociale, Angelo Fontana. «Vogliamo far crescere i ragazzi in un ambiente sano sotto tutti i punti di vista - commenta Fontana - Per questo abbiamo istituito il Memorial Candido Cannavò all’indomani della sua scomparsa: esempio di grande giornalista e sportivo. Poi il Trofeo Daniele Redaelli, un uomo, un amico della Polisportiva Monte Marenzo e un giornalista fuoriclasse. I premi in suo nome servono per non dimenticare i valori che ci ha trasmesso. Con lo stesso spirito abbiamo istituito gli altri premi, con trofei e coppe alla memoria: un’occasione per ricordare parenti e amici che ci hanno lasciato. Anche quest'anno le partite sono state avvincenti e coinvolgenti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Valmadrera, tragedia sul Sentiero delle Vasche: ritrovato un corpo senza vita

  • Mandello piange Marco Maggioni, scomparso a 55 anni

  • Valmadrera: i Legnanesi danno spettacolo in via Casnedi. Presenti cinquecento persone

  • Orrido di Bellano, si riapre: sabato 11 torna visitabile il percorso originale

  • Triplo intervento dell'elisoccorso a Moggio, Mandello del Lario e sulla Grigna Settentrionale

  • Ragazzi senza patentino scappano dopo l'incidente: oltre 5.000 euro di multa

Torna su
LeccoToday è in caricamento