menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il gol del pareggio di França

Il gol del pareggio di França

Calcio, il Lecco è duro a morire: Pontisola riacciuffato in nove

França (doppietta) risponde a Ferreira Pinto e Lella, mentre De Angeli e Meyergue si fanno cacciare. Paura nel finale per Lazzarini che si accascia a terra, ma è già stato dimesso dall'ospedale

Prendete una squadra cui sta girando praticamente tutto male, toglietele due uomini e uno dei giocatori più importanti, dopodichè datele dieci minuti per andare a segnare agli avversari che si stanno difendendo con unghie, denti e calcioni. Quanto fatto dai giocatori della Calcio Lecco nel movimentato pomeriggio del "Rigamonti-Ceppi" ha dell'impresa e il nome del comandante è quello di Carlos Clay França, arrivato sulla sponda orientale del lago dalla sua Jaguariuna (via Cuneo, ndr) per regalare ai tifosi blucelesti un sogno chiamato Lega Pro. L'attaccante brasiliano riacciuffa per due volte il Pontisola, rimasto in doppia superiorità numerica per le espulsioni, ingenue ed anche eccessive, affibbiate dal controverso Saia a De Angeli e Meyergue; inoltre i ragazzi di Zanetti hanno dovuto fare i conti con l'infortunio occorso a Cardinio, uscito al termine del primo tempo per un problema all'adduttore sinistro. A dar man forte a França ecco emergere le (enormi) qualità dell'ex Crotti, mentre Baldo si è sacrificato anche da difensore centrale accanto alle certezze Bugno e Pergreffi ma non ha mai smesso di dipingere calcio; a condire il tutto ecco la grande voglia dei giovani (tutti, nessuno escluso), che hanno dato quel "qualcosa in più" per aiutare il compagno in cerca di sostegno.
Certo, gli errori difensivi ci sono stati ed alcuni pure marchiani, ma per stasera è giusto lasciare spazio all'adrenalina esplosa alla rete di França a cinque minuti dal "gong" finale, quando tutto ormai sembrava perso.
A regalare altri brividi ci ha pensato Lazzarini, rimasto a terra dopo il triplice fischio: il giovane portiere è stato trasportato al "Manzoni", dove gli è stato diagnosticato un trauma cervicale che lo terrà fermo per i prossimi cinque giorni e probabilmente gli impedirà di prendere parte alla trasferta di Busto Garolfo; il ragazzo è stato comunque già dimesso.

IL MATCH - Zanetti rispolvera Crotti come "10" e deve rinunciare anche a Di Gioia, sostituito da Ramadan in mediana accanto a Baldo; gli altri sono gli stessi che hanno demolito l'Olginatese la scorsa settimana.
Pronti-via ed è proprio il cursore libico a sfiorare la traversa con un bel tiro di sinistro da dentro l'area, ma l'escalation di emozioni cresce immediatamente d'intensità e al 3' il Pontisola prova già la fuga: Meyergue stende Signorelli e concede il rigore che Ferreira Pinto trasforma.
Sotto la Curva Nord è il connazionale França a guadagnarsi il tiro dal dischetto per un fallo di Ruggeri, che lui stesso realizza spiazzando Vagge.
La prestazione del Lecco lievita, ma Lazzarini al 21' si deve immolare su Signorelli per salvare il risultato: il pallone colpisce il volto del portiere, che poi accuserà dei fastidi durante tutto l'arco del match e, come detto, crollerà a terra al termine dello stesso.
Al 41' il collega orobico si distende bene sulla bomba di Baldo dai 30 metri, mentre ad un soffio dal duplice fischio França non tiene fede alla sua reputazione e di testa manda incredibilmente a lato il pallone d'oro servitoglio dallo zoppicante Cardinio; mentre al 47' lo stesso attaccante lecchese non riesce a "bucare" Vagge da due passi.

La ripresa si apre con l'ingresso in campo di Romano per Cardinio e il cambio di modulo (4-3-3), ma il terzo minuto si conferma ora letale per i Lecco: Lella sfugge a De Angeli che lo sfiora da dietro, l'arbitro stravede e decreta la massima punizione prevista dal regolamento (rigore e rosso, ndr); dal dischetto Lazzarini intusice il tiro del "9", ma un rimbalzo malandrino del terreno lo beffa. Per sopperire all'inferiorità numerica Zanetti fa scalare Baldo in difesa, spalleggiato da Pergreffi e Bugno, ma la sopresa è quella di vedere i suoi uomini che non mollano un centimentro e continuano a costruire gioco come se niente fosse; a mettere le pezze sulle imbarcate difensive ci pensa Lazzarini, che a metà ripresa vince il duello con Lella e tiene la squadra aggrappata alla partita con le unghie, mentre poco dopo (26') Ferreira Pinto cestina il match point spedendo a lato da due passi.
La partita da complicata diventa quasi irrimediabile al 32', quando Meyergue stende un avversario e si guadagna il secondo giallo in tre minuti. Quasi irrimediabile, per l'appunto, perchè al 40' França svetta sopra tutti sull'angolo di Bugno e batte Vagge con un colpo di testa letale.
La corrida del "Rigamonti-Ceppi" si chiude con i blucelesti lanciati in avanti alla ricerca di una terza rete che avrebbe quantomeno dello storico, ma Vagge abbranca l'ultimo tiro di Baldo e sigilla il pareggio.

Calcio Lecco (4-2-3-1): Lazzarini 6,5; Meyergue 5, De Angeli 5,5, Pergreffi 6,5, Bugno 6; Ramadan 5,5 (dal 27' s.t. Rigamonti 6), Baldo 7; Ronchi 6; Crotti 6,5 (dal 40' s.t. Redaelli sv), Cardinio 6 (dal 1' s.t. Romano 6); França 7,5. A disposizione: Serughetti, Barzaghi, Fratus, Colombo, Rigoni, Joelson. All. Sergio Zanetti 6.

Pontisola (4-3-3): Vagge; Meregalli, Lucenti, Pellegrinelli; Ruggeri, Lonardi, Pedrocchi; Ferreira Pinto, Signorelli (dal 16' s.t. Nardi); Lella. A disposizione: Gherardi, Seminati, Bandini, Figoli, Basanisi, Capelli, Amelotti, Nardi, Austoni. All. Marco Gaburro.

Marcatori: Ferreria Pinto (P) su rigore al 4' p.t.; França (L) su rigore al 12' p.t.; Lella (P) al 4' s.t. su rigore; França (L) al 38' s.t.

Arbitro: Mario Saia di Palermo (Mattia Massimino di Cuneo e Walter Lombardo di Aosta).

Note: giornata nuovolosa; terreno in condizioni accettabili; spettatori 747 circa, di cui 310 abbonati ammoniti Ronchi, Meyergue (L) e Lella, Pellegrinelli, Meregalli, Signorelli, Lonardi (P); espulsi De Angeli (L) al 4' s.t. per fallo da ultimo uomo; Meyergue (L) al 32' s.t. per doppia ammonizione; angoli: 6-3; recuperi: 1' nel 1° t; 4' nel 2°t.

Immagini in collaborazione con www.leccochannelnews.it

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento