menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il fallo da rigore su Capogna

Il fallo da rigore su Capogna

Calcio, Capogna, imprecisione e sofferenza: il Lecco torna alla vittoria

Un gol del centravanti, che poi esulta polemicamente sotto la tribuna, permette ai blucelesti di avere la meglio sul Ciliverghe. Il Castiglione vince e rimane a +6

Vincere e soffrire: di questi tempi sembra essere il filo conduttore in casa Calcio Lecco, che supera il Ciliverghe e si mette alle spalle i dieci giorni terribili seguiti alla sconfitta di Sesto San Giovanni. I bresciani rappresentavano uno scoglio durissimo da superare, visto il ruolino di marcia impressionante avuto nel girone di ritorno e la tensione che pervadeva (e pervade tutt'ora) l'ambiente bluceleste.
Nessuna obiezione sul risultato, però: il Lecco non è stato brillante ma è stata la squadra che ha cercato di più la vittoria, sprecando tanto sottoporta per la poca lucidità dei propri attaccanti. Non a caso, infatti, il gol-vittoria di Capogna, che poi ha esultato invitando al silenzio la tribuna del "Rigamonti-Ceppi", è arrivato dopo che Buonocunto si era fatto respingere il rigore assegnato per un fallo del portiere Lazzarini, poi espulso, sullo stesso Capogna. In dieci contro undici il Lecco si è abbassato in maniera paurosa, concedendo metri preziosi ai bresciani e permettendosi di sprecare un'altra occasione monumentale con l'attaccante scuola Lazio. Paura di vincere evidente, ma che non ha precluso tre punti che valgono come oro dal punto di vista psicologico.

IL MATCH - Cotroneo rilancia dal primo minuto Frattini tra i pali dopo un'assenza di oltre quattro mesi (7 dicembre 2014, Lecco-Olginatese 2-0), mentre in difesa Pupeschi si riappropria della fascia destra a discapito di Redaelli. In attacco Ramadan trova spazio sulla sinistra, mentre Buonocunto e Cardinio completano il trio alle spalle di Capogna.
Il Ciliverghe dal canto suo si presenta con uno speculare 4-2-3-1, in cui De Angelis rappresenta il terminale offensivo più pericoloso con i suoi 9 gol.
E' il Lecco a prendere subito in mano il pallino del gioco, ma al 12' Franchi e Mauri si presentano in area, costringendo Bugno e Tignonsini a due difficili interventi in recupero. Al 23' si vede Frattini, che respinge con i piedi un altro tiro di Mauri sporcato da un difensore. Al 32' il collega Lazzarini è chiamato a una parata ben più difficile sul poderoso colpo di testa di Cardinio, neutralizzato con un gran tuffo sulla destra: il pallone rimane in gioco e arriva a Capogna, la cui conclusione è salvata da Minelli sulla linea. Al 42' Buonocunto ci prova su calcio di punizione da 25 metri, ma il suo tiro è leggermente largo sulla destra. L'ultima occasione del primo tempo è ancora per il Lecco, ma Capogna è impreciso nella sua girata di testa da centro area.

All'alba della seconda frazione il Ciliverghe va a un soffio dal gol, ma il colpo di testa di Franchi, lesto nell'anticipare Frattini in uscita, è alto di qualche centimetro. Dall'altra parte del campo, sotto la Curva Nord, non fa una figura migliore Capogna, che da due passi si vede respingere la sua capocciata da un attento Lazzarini. Il Lecco produce in questo momento la sua maggior pressione e, al 10', ne ottiene i frutti: Capogna entra in area, salta il portiere e viene steso dallo stesso numero uno a due passi dalla linea. Rigore e rosso: dal dischetto va Buonocunto che si fa ipnotizzare dal giovanissimo Pasini ('97), ma sulla respinta il più lesto è ancora Capogna, che mette dento la sua 15esima rete in campionato e va a zittire i tifosi in tribuna, rei di averlo contestato sin dal calcio d'inizio. Una scena già vista lo scorso anno, quando l'attaccante battibeccò con i Distinti dopo una rete al Darfo Boario. Il giocatore, comunque, si è poi scusato in sala stampa. I blucelesti potrebbero amministrare il pallone e cercare il raddoppio, ma la tensione si fa sentire e Cotroneo ci mette del suo inserendo Di Stefano, un difensore, al posto dell'attivo Ramadan: una soluzione di contenimento abbastanza evidente di fronte alla crescente pressione dei bresciani. Al 25' Pasini si mette di nuovo in mostra respingendo una conclusione da zero metri di Capogna, splendidamente pescato da Buonocunto a centro area.
Non succede praticamente più nulla sino al triplice fischio del sig. Vidai di Pordenone e il Lecco può tornare a festeggiare i tre punti dopo l'unico ottenuto nelle ultime due uscite.

La prossima settimana al campo sportivo di Olginate andrà in scena quello che qualcuno ha ribattezzato il "derby dell'Adda" contro i bianconeri di casa, da quest'oggi salvi dopo il successo esterno a Caravaggio. Il Castiglione ospiterà invece l'Aurora Seriate, a caccia degli ultimi punti per l'aritmetica tranquillità in classifica.

Immagini in collaborazione con www.leccochannelnews.it

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento