Sport Via Don Giovanni Pozzi, 6

Calcio Lecco, la partita perfetta arriva nel giorno più difficile

Pergreffi, França e Cardinio stendono il Ciserano con un tris che non ammette repliche: secondo posto a un punto

La giornata più dura degli ultimi due anni blucelesti si apre con la rumorosa assenza di tifosi in Curva Nord e si chiude con la festa che tifosi e squadra si concedono al termine della gara con il Ciserano. E' così, quando il Lecco chiama a rapporto, chi si è affezionato al Lecco, salvo impossibilitati, risponde "presente", si reca in via Don Pozzi e abbraccia coloro che difendono i colori più belli del mondo. Abbracci virtuali e reali, materializzatisi dopo il tris rifilato ai bergamaschi, coronamento di una gara perfetta, disputata con la cattiveria giusta e un cinismo che spesso è mancato durante la stagione. Nel mezzo, c'è spazio per il tifo, i gol, gli applausi e la contestazione alla (ex?) proprietà Bizzozero, insultato a più riprese dai tifosi della Nord. Insomma, come avevamo detto, il Lecco chiama e Lecco risponde, ora toccherà alle istituzioni muoversi per dare un futuro alla prima realtà calcistica provinciale, che si tratti di Serie D o Lega Pro ora non è di primaria importanza.

LA CRONACA - De Paola conferma l'ormai rodato 4-4-2 e relega nuovamente in panchina Bugno per il forfait di Di Gioia, sostituto, a livello di età, da Barzaghi. A destra rientra Ronchi, mentre gli altri sono gli stessi che hanno affondato la Virtus Bergamo. Rizzi schiera invece i suoi con un offensivo 4-3-1-2, con Crotti pronto a vendicarsi dopo 6 mesi difficili vissuti in riva al lago; assente il capitano Salandra.
Con la Curva Nord vuota per protesta nel primo quarto d'ora, anche la gara sembra risentirne dal punto di vista umorale: i blucelesti si ancorano a un tic-toc che trova spesso il cross dalle fasce ma nulla più, mentre i bergamaschi fanno molta fatica a ripartire e perdono subito il possesso del pallone. A dare verve alla gara è il doppio infortunio occorso a Rotini e Pollero, che si scontrano in area e si procurano delle evidenti ferite sul volto: con il Ciserano in nove per qualche minuto il Lecco produce il bel colpo di testa a lato di França su cross di Ronchi dalla destra (18'). A questo punto i tifosi della Nord fanno il loro ingresso nel settore, con contestuali cori di protesta ("Rispettate la Calcio Lecco") e striscioni, "accompagnati" dal "Cume mai toch a Lecch?" che appare nei Distinti. La partita si anima, i padroni di casa crescono e pressano gli ospiti in area: le barricate vengono divelte allo scoccare del trentesimo, quando Pergreffi svetta sul secondo palo e mette dentro il pallone del vantaggio bluceleste, accompagnato da un boato da brividi. La gara non produce altre emozioni fino al duplice fischio del sig. Monaldi.

La ripresa vede invece la partenza molto lanciata del Lecco, che al 9' trova il buco giusto per andare a rete: Ronchi brucia in modo imbarazzante Gotti, mette al centro il pallone servito poi involontariamente da Pollero a França, che a porta vuota mette a referto la 26esima rete stagionale. I blucelesi potrebbero arrotondare al quarto d'ora, ma Mora ipnotizza Cardinio lanciato a rete, mentre al 25' è Lazzarini a stoppare Crotti con una precisa parata a terra. E' ancora Cardinio ad andare vicino alla rete sul ribaltamento di fronte (27'), ma l'occasione giusta per andare a rete arriva poco dopo: crossa dalla destra di Vignali, splendida rovesciata di França respinta ottimamente da Mora e conseguente tap-in vincente dell'attaccante lecchese per il tris bluceleste. La gara va sostanzialmente in archivio dopo questa rete, eccezion fatta per la colossale occasione sprecata da Rigamonti lanciato a rete (42', esce bene il portiere), così al triplice fischio vanno in scena dieci minuti vibranti per tutti i circa 800 cuori blucelesti, con la squadra che canta e salta al ritmo di "Siamo sempre con voi" sotto la Curva Nord prima di rientrare negli spogliatoi.

Con il secondo posto ad un punto, il Lecco può fortunatamente guardare solo al positivo di questa giornata: il caos ha generato la forte alleanza con la tifoseria, anche questa è una piccola impresa.

Calcio Lecco 3-0 Ciserano

Calcio Lecco (4-4-2): Lazzarini; Fratus, Pergreffi, Redaelli, Barzaghi; Ronchi (dal 23’ s.t. Romano), Vignali, Baldo (dal 31’ s.t. Bugno), Corteggiano; França (dal 31’s.t. Rigamonti), Cardinio. A disposizione: Tognazzi, Garofoli, Colombo, Meyergue, Dell’Orto, Bodini. All. Luciano De Paola.

Ciserano: (4-3-1-2): Mora; Ghergu (dal 33’ Provenzano), Pollero, Suardi, Gotti (dal 18’ s.t. Ruggeri); Rotini, Risi, Dragoni; Crotti; Ghisalberti, Maspero (dal 15’ s.t. Foglieni). A disposizione: Consol, Zucchinali, Gesmundo, Bestetti, Avantaggiati, Belotti. All. Paolo Rizzi.

Arbitro: Marco Monaldi di Macerata (Vitalie Berestean di Verona e Stefano Faccioni di Legnago).

Marcatori: Pergreffi (L) al 30’ p.t., França al 9’ s.t., Cardinio (L) al 29’ s.t.

Note: giornata soleggiata e calcia; terreno in buone condizioni; spettatori: 800 circa; ammoniti: Baldo (L) e Pollero, Gotti, Dragoni (C); angoli: 6-4; recuperi: 1’ nel 1° t. e 3’ nel 2° t.

Immagini in collaborazione con www.leccochannelnews.it

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio Lecco, la partita perfetta arriva nel giorno più difficile

LeccoToday è in caricamento