rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Sport Via Don Giovanni Pozzi, 6

Calcio Lecco, contestata la società durante la rifinitura

Un gruppo di 50 persone si è introdotto allo stadio durante l'allenamento di questa mattina per parlare con la squadra e contestare la nuova proprietà Galati

Mattina decisamente calda in casa Calcio Lecco, e non solo per il sole che ha accompagnato l'allenamento di rifinitura verso l'impegno di domani contro l'Inveruno.
Un gruppo di 50 persone è infatti entrato in Curva Nord in concomitanza con l'inizio della seduta, chiedendo ed ottenendo un incontro con lo staff tecnico e la squadra.
A mister Cotroneo è stato richiesto insistentemente di andare contro le direttive della società e di schierare la miglior formazione possibile nelle prossime due giornate, per concludere con la massima dignità un campionato partito con ben altre aspettative e conclusosi con la salvezza anticipata ed il caos stipendi scoppiato dopo il comunicato stampa diramato da squadra e staff tecnico.

Dal canto suo, il tecnico calabrese ha accolto pienamente la richiesta dei tifosi, sottolineando come tutto il gruppo, giocatori e staff, abbia sottoscritto la nota stampa, rendendo così impossibile punire solo alcuni elementi, come invece era ed è nelle idee del Presidente Galati.
La squadra ha deciso di far fronte comune quindi, tutelando in particolar modo i "big" che si sono esposti maggiormente in questa presa di posizione.
Contro i milanesi andrà in campo la miglior formazione possibile, mentre in tanti temevano in un undici imbottito di giovani.
Dopo dieci minuti di dialogo civile, l'allenamento è ripreso regolarmente, con i tifosi che hanno abbandonato lo stadio lanciando cori di dissenso verso Paolo Cesana, trincerato in sede, il Presidente Galati? ed il procuratore Vito Sidella?, questa mattina assenti.

Probabilmente siamo di fronte alla prima pagina di un libro che verrà scritto in quest'ennesima, calda estate bluceleste.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio Lecco, contestata la società durante la rifinitura

LeccoToday è in caricamento