menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il gol di Capogna

Il gol di Capogna

Calcio Lecco, continua il buio: anche con il Pergo è un ko

Al "Voltini" i blucelesti disputano un primo tempo orribile e vanno sotto, nella ripresa raddoppia Lorenzi prima del gol di Capogna che riaccende le speranze. Espulso Pupeschi, Rigamonti calcia alle stelle il pallone del pareggio. Domenica con il Ciserano si decide tutto per il secondo posto

E per fortuna che il Castiglione, a dispetto delle previsioni, ha dato battaglia e non ha concesso più del dovuto al Seregno, altrimenti dal mangiarci le unghie saremmo passati alle ossa. Il Lecco sceso in campo al "Voltini" di Crema, luogo in cui nel 2007 Savoldi segnò il gol che valse la vittoria nella finale playoff, disputa un primo tempo a tratti imbarazzante per la pochezza offensiva (zero tiri in porta, una sola conclusione di Buonocunto), va sotto, viene annichilito dal raddoppio di Lorenzi e, come spesso è accaduto in questa stagione, vedere il baratro vicino lo rianima: Capogna riaccende le speranze, l'espulsione di Pupeschi, ancora tra i migliori, non frena poi molto la verve dei blucelesti prima che Rigamonti, dieci secondi prima del triplice fischio, getti alle ortiche un punto diventato quantomeno insperato. Non è il risultato a preoccupare, anche se quattro sconfitte nelle ultime cinque uscite sono decisamente troppe, ma piuttosto il crollo a livello nervoso del gruppo, che da un mese a questa parte fatica maledettamente anche a portare a termine le giocate più semplici. La sfortuna (Capogna ha colpito anche un palo) ci mette del suo, ma è impossibile trovare alibi a Cotroneo e ai suoi ragazzi, che domenica avranno tutto da perdere contro il Ciserano dell'odiato ex Oscar Magoni: ci sono in palio il secondo posto e, soprattutto, la faccia.

IL MATCH - Cotroneo vede accomodarsi in tribuna Cardinio e i suoi quindici gol, mentre accanto a lui ci sono Alushaj, Bugno e il lungodegente Baldo: il tecnico calabrese opta per Rigamonti largo a sinistra e Redaelli a far coppia con Tignonsini. Sull'out difensivo di destra si rivede Di StefanoPupeschi scala a sinistra, mentre a centrocampo tornano dal primo minuto Vignali e Buonocunto.
Venturato opta per il consolidato 4-3-1-2, in cui a centrocampo ci sono gli ex Martinelli e Sangiovanni.
Dopo 20' minuti di dominio la Pergolettese si avvicina prepotentemente al gol con la conclusione di Manzoni, deviata in angolo da un difensore: sul susseguente calcio d'angolo ci vuole il miglior Frattini, tornato nuovamente titolare, per respingere l'incornata di Scietti.
Il gol è solamente rinviato, perchè i gialloblù finalizzano con Panepinto un perfetto contropiede: difesa del Lecco, manco a dirlo, ferma come un presepe. I padroni di casa continuano a giocare meglio, anche se prevalentemente di rimessa, mentre i blucelesti sono lenti e leziosi nella manovra offensiva, che s'infrange sempre sulle due linee difensive del Pergo. L'unica occasione arriva al 41' con Buonocunto, il cui diagonale da centroarea non sfila lontanissimo dal palo destro di Montaperto.

La ripresa si apre con il medesimo copione: Panepinto al 10' cestina una ghiotta occasione creatagli da Manzoni con un cross dalla destra. Anche in questo caso per il gol è solo questione di tempo, perchè basta aspettare un minuto e il Pergo raddoppia: Compaore centra dalla fascia, Martinelli conclude da due passi, Frattini è strepitoso in una prima occasione ma non può praticamente nulla sulla tap-in facile facile di Lorenzi. Il Lecco, al posto di mollare definitivamente, reagisce con veemenza e coglie con Capogna un palo clamoroso al 13' dopo una punzione perfettamente messa dentro da Buonocunto. Il gol per il centravanti romano arriva al 17': Pupeschi, nell'ultimo periodo letale con i suoi traversoni, crossa dalla sinistra per la testa di Capogna, che stacca e fredda Montaperto. Tre minuti dopo il portiere di casa è bravissimo nel negare la gioia del gol a Buonocunto, che aveva esploso una gran conclusione dai 20 metri. La gara torna a complicarsi maledettamente al 24', quando Pupeschi è costretto a stendere Manzoni lanciato a rete per mettere una pezza alle scellerate "uscite" di Tignonsini e Redaelli: rosso diretto inevitabile, sulla punizione dell'ex Sangiovanni si conferma strepitoso Frattini. Nel finale ancora due emozioni forti, una per parte: prima Lorenzi (41') esagera con il narcisismo e manda alle stelle un pallone d'oro con la sua rovesciata, poi Rigamonti lo imita gettando alle ortiche la palla del pareggio a due passi dalla porta di Montaperto dopo una grande sponda di Capogna.
Un punto che non avrebbe cambiato la sostanza di una gara giocata complessivamente male, ma avrebbe quantomeno tamponato un'emorragia che va arrestata al più presto.

Pergolettese (4-3-1-2): Montaperto; Compaore, Patrini, Scietti, Arpini; Ardini (dal 21′ s.t. Brunetti), Sangiovanni, Martinelli (dal 43′ s.t. Bigotto); Manzoni; Lorenzo, Panepinto (dal 27′ s.t. Rossi). A disposizione: Mazzetti, Zanoni, Urmi, Flaccadori. All. Roberto Venturato.

Calcio Lecco (4-3-3): Frattini; Di Stefano (dal 39′ s.t. Bandini), Tignonsini, Redaelli, Pupeschi; Di Gioia, Vignali, Putignano (dal 27′ s.t. Romano); Buonocunto, Capogna, Rigamonti. A disposizione: Pellegrinelli, Raiola, Galli, Ramadan, Marinò. All. Rocco Cotroneo.

Arbitro: Andrea Saggese di Rovereto (Alessio Scacchi e Nicola Mariottini di Arezzo).

Marcatori: Panepinto (P) al 20′ p.t. Lorenzi (P) all’11 s.t.; Capogna al 17′ s.t.

Note: giornata calda e nuvolosa; terreno in perfette condizioni; spettatori 800 circa; ammoniti Brunetti (P) e Capogna, Redaelli, Vignali (L); espulso Pupeschi (L) al 24′ s.t. per fallo da ultimo uomo. angoli: 7-4; recuperi: 2′ nel 1° t. e 4′ nel 2° t.

Immagini in collaborazione con www.leccochannelnews.it

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento