Martedì, 18 Maggio 2021
Sport

Calcio Lecco, Di Nunno toglie il velo: "All'asta ci sarò, ma solo se…"

Le dichiarazioni del pugliese, residente a Cormano ed ex patron del Seregno

Paolo Di Nunno

Si, con riserva. Quello tolto da Paolo Di Nunno, ex patron del Seregno, è un velo importante. Il pugliese, residente a Cormano, rivela le sue intenzioni in merito all'acquisizione del Lecco in una lunga intervista a "La Provincia di Leccc", ponendo però la sua condicio sine qua non : "Compro la società solo se qualcuno si affianca a me. Ho avuto dei contatti con un imprenditore lecchese (gli indizi portano a Frigerio), che sarebbe dovuto entrare al 40% ed accollarsi il debito sportivo di 180mila euro (in gran parte trattabili, ndr). Io non ho alcuna intenzione di pagarlo".

Dovesse concludere l'acquisizione della società bluceleste, Di Nunno ha intenzione di puntare in alto: "Voglio fare una grande squadra e andare in Lega Pro. Sono convinto di riempire lo stadio, riportandoci la gente dispersa in questi anni. Ma da solo, lo ripeto, no. Se qualcuno si mette in società con me e paga il debito sportivo, sono pronto a investire 6-700mila euro per vincere il campionato". La chiosa finale la "dedica" a Bizzozero: "Non siamo amici, ci sentiamo e vediamo per questioni lavorative e personali, stop. In questa operazione non ci rientrerebbe affatto".

Entro il mezzogiorno di venerdì, in ogni caso, si saprà chi si chiamerà "dentro" e chi "fuori". Dopodichè, le parole se le porterà via il vento.

da www.leccochannelnews.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio Lecco, Di Nunno toglie il velo: "All'asta ci sarò, ma solo se…"

LeccoToday è in caricamento