menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calcio Lecco, Galati si presenta: "Settore giovanile e programmazione per ripartire"

Stefano Galati, nuovo Presidente della Calcio Lecco 1912, si presentato alla stampa e ai tifosi, tracciando le linee guida del suo percorso come proprietario della società Bluceleste. Accanto a lui anche Carlo Stocco, azionista di minoranza, e Paolo Cesana

Rifondazione del settore giovanile, riorganizzazione societaria e delle risorse economiche per dare basi solide ad una squadra tormentata da due anni decisamente difficili e poco decorosi per una società come la Calcio Lecco 1912.

Queste, in sintesi, le linee guida tracciate da Stefano Galati?, nuovo Presidente della società, durante la conferenza stampa di presentazione andata in scena Mercoledì 12 allo stadio "Rigamonti-Ceppi". Nel corso delle prossime stagioni verranno anche saldati i debiti generati dalla passata gestione societaria, mentre dal punto di vista puramente tecnico sarà direttamente il nuovo proprietario a scegliere quali saranno i giocatori da portare "a casa", tramite contatti con altre società (si è parlato di Milan, Inter e squadre piemontesi di Serie B) o amicizie costruite con il tempo nel mondo del calcio.

"Per il prossimo anno presenteremo una squadra in grado di lottare per le prime posizioni della classifica - ha esordito Galati - Saremo sempre presenti per dare supporto morale ed economico ad un gruppo che ho trovato con il morale sottoterra per via di questa situazione. Dovremo creare una società dal nulla, per cui chiedo a tutti di darci il tempo di lavorare e poi di giudicarci in base ai risultati." 

Da più parti si è vociferato che il nuovo gruppo imprenditoriale abbia acquistato la società ad un euro e direttamente da Salvatore Ferrara, ma Galati ha subito smentito queste dichiarazioni: "Non è assolutamente vero che abbiamo acquistato la Calcio Lecco 1912 per un euro e, soprattutto, non so nemmeno chi sia Salvatore Ferrara. Non so perchè vi abbia detto certe cose, forse è ancora scottato perchè non ha avuto la voglia di buttarsi in quest'avventura."

"Dal punto di vista tecnico non so ancora chi rimarrà di questo gruppo il prossimo anno, di certo tutti i rimborsi spese verranno ridiscussi, perchè ho visto alcune cifre che per la categoria ritengo siano faraoniche e non in linea con i nostri parametri. La programmazione conta molto di più dei grandi investimenti, che non garantiscono in nessun modo di vincere o competere per la vittoria dei campionati."

Definito anche i ruoli di Carlo Stocco e Paolo Cesana: al primo, proprietario del 30% delle quote, verrà affidata tutta la parte relativa ai servizi del Lecco, mentre il secondo farà da trade union tra la vecchia e la nuova proprietà in questo periodo di assestamento.

Il nuovo team manager della squadra sarà invece Bruno Tridico, che ha ricoperto questo ruolo alla Pro Patria negli anni scorsi, mentre sarà forte il legame con la Zeta Sport del procuratore Vito Sidella, che già era stato avvistato al "Bione" la scorsa settimana ed in tribuna nelle ultime partite.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento