Sport Via Pozzi Don Giovanni, 6

Calcio Lecco, è tutto vero: abbattuta l'Inter di Mancini

Davanti a 4500 (e più) persone i blucelesti di Zanetti battono gli avversari grazie alle reti Joelson e Cardinio nel primo tempo. La testa è già a domenica, quando arriverà la Varesina

Il Lecco festeggia sotto la Curva Nord

No, non è un sogno, perche quando l'Inter incontra il Lecco al "Rigamonti-Ceppi" la sorpresa è sempre dietro l'angolo e, come in quel lontano 12 marzo 1961, capita che sia la "provinciale" a spezzare le reni alla quotata "big", prima nel massimo campionato nazionale.
Joelson e Cardinio regalano ai 4500 paganti presenti allo stadio una notte da sogno, seppur in amichevole, che dovrà essere tramutata in energia per affrontare al meglio la Varesina nel debutto nel campionato di Serie D: è bello sentirsi grandi e veleggiare sulle nuvole, ma da domani tutti di nuovo sul pezzo perchè quest'anno proprio non si può sbagliare.

IL MATCH - Zanetti nel primo tempo schiera tutti i "vecchi" con un inedito 4-2-3-1: l'unico a dover rinunciare al match è Marco Turati, che ha svolto il riscaldamento con i compagni ma ha preferito non rischiare visto che è ancora in convalescenza dopo lo strappo al polpaccio destro.
Pronti, via e il Lecco passa: Bugno recupera palla a Montoya, che risulterà disastroso per tutto il match, scappa centralmente e serve Cardinio sulla sinistra; il cross è perfetto per la testa di Joelson, che taglia dalla destra e in tuffo colpisce l'incolpevole Carrizo.
Curva Nord subito in tripudio per la prima rete stagionale, seppur ufficiosa, nella propria casa.
Ci si aspetta l'immediata reazione dei nerazzurri, ma in nessuna zona del campo gli uomini di Mancini riescono a prendere il sopravvento: in difesa la linea a quattro non sbaglia un movimento, a centrocampo Baldo e Vignali si dimostrano come al solito monumentali, in attacco le ripartenze di Cardinio, Crotti, Joelson e França sono da stroppicciarsi gli occhi a aprono come una fisarmonica la difesa a 3 schierata da Mancini.
Non è che il 20' quando il Lecco mette in atto un capolavoro di tecnica e tempismo: França temporeggia con il pallone sulla destra, passa all'indietro a Vignali che a sua volta premia il perfetto inserimento sulla destra di Ronchisul cross del giovane terzino è perfetta la torsione da centro area di Cardinio, che si conferma letale come nella passata stagione e fa nuovamente esplodere il "Rigamonti-Ceppi".
La reazione dell'Inter è tutta nella grande occasione cestinata da Palacio a due passi dallo strepitoso Lazzarini, che in due tempi stoppa il centravanti argentino.

Nella ripresa Zanetti rivoluziona la squadra e lancia una formazione composta da giovanissimi (solo Redaelli e De Angeli sono tra gli "over"), mentre Mancini conferma gli stessi undici del primo tempo ad eccezione di Montoya, sosituito da D'Ambrosio.
Ebbene, se qualcuno si aspettava la rimonta si deve ricredere ben presto: i ragazzini vestiti di bluceleste tengono benissimo il campo e non concedono assolutamente niente ai "giganti" fino al 41', quando il nuovo arrivato Alex Telles centra l'incrocio dei pali con un arcobaleno su calcio di punizione.
L'altra occasione si registra al tramonto della partita, ma Serughetti è bravo a disinnescare il tiro da centro area di De La Fuente; lo stesso giovane attaccante nerazzurro accorcia le distanze sul seguente calcio d'angolo, ma il triplice fischio dell'arbitro Maggioni, lecchese abituato ad arbitrare partite di Lega Pro, da' il via alla festa bluceleste.

Decisamente un bel biglietto da visita per la nuova stagione.

LECCO-INTER 2-1 (2-0)

LECCO (4-2-3-1): Lazzarini 7 (dal 25’ s.t. Serughetti 6); Ronchi 7 (dal 13’ s.t. Fratus 6,5), De Angeli 7,5, Pergreffi 7,5 (dal 1’ s.t. Redaelli 6,5), Bugno 7 (dal 1’ s.t. Meyergue 6,5); Vignali 7 (dal 1’ s.t. Di Gioia 7), Baldo 7 (dal 1’ s.t. Colombo 6,5); Joelson 7,5 (dal 1’ s.t. Barzaghi 6), Crotti 6,5 (dal 1’ s.t. Ramadan 6), Cardinio 8 (dal 1’ s.t. Rigoni 6,5); França 7 (dal 1’ s.t. Romano 6,5). All. Zanetti 7.

INTER (3-5-2) Carrizo (dal 1’ s.t. Berni); D’Ambrosio, Santon (dal 1’ s.t. Appiah), Juan Jesus (dal 27’ s.t. Gravillon); Montoya, Guarin (dal 13’ s.t. Mitta), Melo (dal 27’ s.t. Tchaoule), Gnoukouri, Telles; Baldini, Palacio (dal 21’ s.t. De la Fuente). All. Mancini. In panchina: Donnarumma, Granziera, Gyamfi, Carraro.

MARCATORI: Joelson (L) al 3’; Cardinio (L) al 20’ p.t.; De la Fuente (I) al 45’ s.t.

ARBITRO: Maggioni (Zinzi-Ceravolo).

NOTE: Spettatori 4500. Nessun ammonito.

Immagini in collaborazione con www.leccochannelnews.it

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio Lecco, è tutto vero: abbattuta l'Inter di Mancini

LeccoToday è in caricamento