Sport Via Don Giuseppe Pozzi, 6

Calcio Lecco, le spese non finiscono mai: altri 16mila euro da pagare

A chiedere il pagamento dei loro compensi sono gli ex preparatori Lele e Cesare Ratti, l'ex allenatore Butti e l'ex centrocampista Galli

Non c’è pace in casa Calcio Lecco: solo qualche giorno fa era stata lanciata la notizia di alcuni pagamenti verso ex dipendenti avvenuti tramite il rilascio di assegni scoperti, notizia poi tempestivamente smentita dalla società di via don Pozzi tramite un comunicato ufficiale.

Nella medesima giornata, il 12 maggio, è arrivato poi il comunicato della Commissione Accordi Economici in merito alle vertenze presentate da Lele Ratti, Cesare Ratti, Giuseppe Butti e Nicolò Galli per il mancato pagamento degli emolumenti che gli spettavano nella stagione 2013-2014, antecedente all’insediamento di Daniele Bizzozero in società.
Tramite il comunicato ufficiale n. 259 e antecedenti, la Lega Nazionale Dilettanti ha condannato la Calcio Lecco 1912 a versare una cifra che si aggira intorno ai 16mila euro ai quattro suddetti: nello specifico, è l’ex preparatore atletico Lele Ratti ad “avanzare” la parte maggiore (8mila euro), seguito dal collega Cesare (4800), dall’ex allenatore Butti (3740) e, infine, dall’ex centrocampista Galli (1600). In quest’ultimo caso la Commissione ha condannato la società bluceleste a versare i soldi entro un periodo non superiore ai 30 giorni.

Tutti debiti contratti durante la gestione portata avanti dall’ex amministratore unico Paolo Cesana e per cui viene reclamato il pagamento.

Dalla società di via Don Pozzi emerge una giustificata irritazione per queste sentenze, ma la volontà di saldare anche queste pendenze ed evitare possibili punti di penalizzazione, che potrebbero precludere la possibilità di essere ripescati, spingerà il patron Bizzozero ad aprire nuovamente il libretto degli assegni per l’ulteriore salasso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio Lecco, le spese non finiscono mai: altri 16mila euro da pagare

LeccoToday è in caricamento