menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I giocatori in sala stampa

I giocatori in sala stampa

Calcio Lecco, i giocatori: "Onorata la maglia, ora dateci quello che ci spetta"

Diramato questa mattina il comunicato ufficiale da parte dei calciatori e dello staff della Calcio Lecco 1912, dopo le parole rilasciate alla stampa a margine del match vinto contro l'Alzanocene

Continua a tenere banco la querelle stipendi in casa Calcio Lecco 1912.
Come ricorderete, ieri, al posto delle consuete interviste postpartita, la squadra al gran completo si era presentata in sala stampa per dichiarare pubblicamente il mancato pagamento dei loro stipendi, fermi a gennaio 2014.
Ebbene, tante voci si sono inseguite da quel momento ad ora: una situazione finanziaria disastrosa, l'intenzione della società di mandare in campo la Juniores per le ultime due giornate, il pranzo offerto da persone esterne alla società.
Di certo, una situazione che lede profondamente l'immagine ed i colori blucelesti, già vituperati dagli ultimi, disastrosi anni.
Questa mattina i giocatori e lo staff tecnico hanno deciso di tornare a parlare, diramando un comunicato ufficiale a tutta la stampa, in cui sono contenute le motivazioni di quanto detto e fatto.
Ve lo proponiamo integralmente:

Con la presente siamo a comunicarVi le motivazioni del nostro silenzio stampa dopo la partita che ha sancito la matematica salvezza.

Salvezza appunto, unico obiettivo per cui abbiamo lottato fino ad ora e per il quale avremmo preferito festeggiare e non tacere.

Ci scusiamo in anticipo per il disagio creato, ma tale decisione è stata presa all’unanimità da Giocatori e Staff Tecnico (Mister, Mister in Seconda e Preparatore dei portieri) all’interno dello spogliatoio in seguito all’ennesimo ritardo nei pagamenti.

La mensilità in questione è quella di GENNAIO, il cui incasso ci era stato garantito prima nella settimana dal 07.04.2014 al 14.04.2014, poi entro il 17.04, ma puntualmente smentita dai fatti.

A termine della gara casalinga contro l’Alzano Cene non vedendo nessuno della società entrare nello spogliatoio abbiamo chiesto spiegazioni e ci siamo sentiti rispondere che il pagamento della mensilità di GENNAIO slitterà a martedì 22.04.2014.

Il problema non sta nei cinque giorni di ritardo, ma che tali ritardi accumulandosi ci hanno portato ad essere a SEDICI giorni dal termine della stagione con ancora quattro mensilità da incassare.

Ci è stato detto che chi è appena subentrato ha trovato una situazione difficile, ma noi rispondiamo ONORI E ONERI, gli stessi che hanno accompagnato Giocatori e Staff dal 16 luglio fino ad oggi.

Siamo consapevoli, come più volte ci è stato ripetuto dalla società, che anche altre squadre sono nelle nostre stesse condizioni, ma la domanda che ci sorge spontanea è:

SE SI VUOLE COSTRUIRE UN PROGETTO IMPORTANTE COME E' STATO DICHIARATO, COME SI PUO' PORRE L'ATTENZIONE SU CHI STA PEGGIO DI NOI? SIAMO CONVINTI CHE PER PROGREDIRE IN QUALSIASI AMBITO SI DEBBA GUARDARE CHI STA MEGLIO.

Nonostante questo, ogni domenica siamo scesi in campo per onorare una maglia così gloriosa che ogni volta che veniva indossata ci faceva trovare la forza di lottare.

Dalla nuova presidenza fin dal primo giorno a noi, come ai tifosi e alla città è stato chiesto del tempo, ma purtroppo il nostro si sta esaurendo.

Ora, a obiettivo raggiunto, chiediamo solo quanto ci era stato promesso.

Le Persone che ci sono state realmente vicine dal primo giorno di preparazione ad oggi pur essendo poche preferiamo non citarle, chi ha fatto il bene del Lecco sa che questo ringraziamento è indirizzato a Lui.

Nella speranza che capiate questo nostro sfogo, auguriamo a tutti i tifosi e alla città una Buona Pasqua.


I Giocatori

Lo Staff Tecnico

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento